Sabato, 25 Settembre 2021
Cronaca Ugento

Delitto Basile, Procura chiede altri 6 mesi di indagini

Il pm De Palma ha chiesto una proroga di sei mesi per concludere le indagini preliminari a carico di Vittorio Colitti senior, accusato del delitto Basile. Mercoledì prossimo la sentenza sul nipote

LECCE - La Procura ordinaria ha chiesto la proroga delle indagini preliminari nei confronti di Vittorio Colitti senior, il 67enne di Ugento accusato insieme al nipote di essere l´autore dell´omicdio di Peppino Basile. E se per il 19enne ormai il processo è agli sgoccioli, l´inchiesta a carico del nonno sembra dover continuare.

Nella richiesta di proroga, firmata dal pubblico ministero Giovanni De Palma, si legge come sia necessario prolungare le indagini di altri sei mesi per approfondire alcuni aspetti emersi nel corso del processo a carico del nipote. E´ possibile che l´accusa voglia ulteriormente solidificare il quadro probatorio nei confronti dell´anziano, attualmente a piede libero. Singolare il fatto che fra appena una settimana sarà emessa la sentenza per il ragazzo, che risponde delle medesime accuse del nonno.

Secondo la ricostruzione fatta dai pm De Palma e Simona Filoni (quest'ultima del tribunale per i minori), quella notte fra il 14 r 15 giugno 2008 il ragazzo avrebbe tenuto stretto Basile per la vita mentre Colitti senior gli avrebbe inferto le coltellate. Fra gli inidizi principali a loro carico, la testimonianza di una bambina di soli quattro anni e mezzo che disse aver visto i Colitti dalla finestra della camera da letto della nonna mentre uccidevano l´ex consigliere comunale e provinciae Idv. Gli indagati sono difesi dagli avvocati Francesca Conte e Roberto Bray.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Delitto Basile, Procura chiede altri 6 mesi di indagini

LeccePrima è in caricamento