Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca Nardò

Dell'Anna: "Le scuse di Vaglio, poi il confronto in tv"

Il candidato a sindaco alle comunali di Nardò per il centro destra replica al primo cittadino all'indomani dei volantini i cui contenuti sarebbero diffamatori

Il candidato sindaco del centrodestra Rino Dell'Anna non parteciperà a nessun confronto televisivo in cui sia prevista la presenza del candidato sindaco del centrosinistra, Antonio Vaglio. "Non ho intenzione di partecipare a nessun confronto elettorale - spiega - in cui sia prevista anche la presenza di Antonio Vaglio finché lui personalmente non mi presenterà le sue pubbliche scuse per le calunnie false e tendenziose fatte circolare da esponenti che fanno capo alla sua coalizione e che ledono il mio onore e la mia immagine sia come privato cittadino sia come esponente politico. Il contenuto del volantino distribuito sia domenica 6 maggio 2007 a Santa Caterina sia martedì 8 maggio 2007, in via Grassi a Nardò, è altamente diffamatorio e per questo ieri sera ho sporto formale denuncia ai Carabinieri. La mia costituzione di parte civile è scaturita a seguito dell'intervento degli uomini dell'Arma in via Grassi, che hanno sequestrato il materiale distribuito dai responsabili della Lista Nardò Insieme-Civitas-Di Pietro Italia dei Valori. Si tratta di un ignobile comportamento, che nulla ha a che fare con una civile e leale campagna elettorale e che va punito nei termini previsti dalla legge".

"Tutti i partiti e i movimenti che sostengono la mia candidatura (An, FI, Udc, Dc, Azzurro Popolare, Progetto Nardò, Lista Dell'Anna Sindaco, Lista Santa Maria al Bagno e le Marine) oggi si sono costituiti anche loro parte civile. Questa campagna elettorale non è una guerra personale - aggiunge - e non intendiamo in nessun caso accettare passivamente oltraggi che travalicano il confronto puramente politico.
Nella giornata di oggi, abbiamo registrato un ulteriore indebito affronto nei nostri confronti: i Vigili Urbani di Nardò hanno impropriamente coperto i manifesti affissi per annunciare l'apertura della nostra campagna elettorale, in programma domani alle ore 20 in Piazza Salandra. Siccome hanno operato in modo illegale perché quegli spazi non erano abusivi, abbiamo chiesto il loro immediato ripristino e che le spese siano a carico del Corpo, dal quale ci aspettiamo pubbliche scuse. Se ciò non dovesse avvenire, anche i Vigili Urbani saranno oggetto di denuncia da parte della coalizione di centrodestra. Non si è mai visto che operatori di Polizia Municipale si schierino in una campagna elettorale, mentre questo è quello che di fatto siamo portati a pensare dal loro modo di comportarsi.
Non siamo disposti più ad accettare un clima così avvelenato nei giorni che ancora ci separano dal voto. Che il candidato sindaco di centrosinistra e la sua coalizione porgano le loro scuse e cambino registro: non è una richiesta ma è un atto dovuto per il confronto dignitoso e civile che merita questa città".


In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dell'Anna: "Le scuse di Vaglio, poi il confronto in tv"

LeccePrima è in caricamento