Controlli nel Casaranese: scattano centinaia di multe e 12 denunce

I militari della compagnia hanno eseguito delle verifiche, soprattutto tra Melissano e Taurisano

La compagnia dei carabinieri di Casarano.

CASARANO – Pioggia di denunce nel Casaranese, dove i carabinieri della compagnia locale hanno eseguito diversi controlli a carico di cittadini dei paesi della zona. Un centinaio di contravvenzioni amministrative, inoltre, per il mancato uso delle cinture di sicurezza dei veicoli. A Taviano, per cominciare, un uomo nei guai per atti persecutori: la ex moglie si è rivolta alle forze dell’ordine per le continue vessazioni, minacce e pedinamenti dal 2017 in poi. A Racale, inoltre, un altro uomo avrebbe invece molestato la vicina di casa dal giugno del 2018 fino a oggi. Anche a Matino un cittadino deferito in stato di libertà: è accusato di simulazione di reato. Pur di eludere pagamenti arretrati della tassa di proprietà della propria auto, avrebbe denunciato falsamente un incendio.

A Taurisano, inoltre, un uomo del posto aveva denunciato falsamente di aver subito un sinistro stradale con lesioni. La circostanza è stata però smentita sia dalle dichiarazioni del testimone indicato, sia dall’assenza di ammaccature sul veicolo. Una denuncia, nello stesso posto, anche nei confronti di due individui: uno originario di Napoli e uno del Pakistan. Tramite dei raggiri, dopo aver pubblicato annuncio di vendita su un sito online di una play station, hanno ottenuto dalla vittima il versamento della somma di 170 euro, senza mai consegnare  la merce venduta. Nei guai anche una donna: tramite un messaggio spam, ha invitato la vittima a fornire dei dati riservati, riuscendo a ricavarne 250 euro.

A Melissano, denuncia per un uomo che, dopo aver pubblicato l’annuncio di vendita su di una consolle “Nintendo switch”, ha ottenuto 180 euro versati dal malcapitato tramite un bonifico, senza mai cedere il dispositivo. Per inosservanza dei provvedimenti autorità, sempre a Melissano, deferita una donna del luogo: sottoposta ai domiciliari con braccialetto elettronico, è stata sorpresa in compagnia di una persona, violando obblighi imposti dal Tribunale di Lecce. Guai anche per un uomo che, sottoposto  alla misura alternativa dell’affidamento in prova, è stato sorpreso dai militari dipendenti in compagnia di un pregiudicato.

Sempre a Melissano, i carabinieri hanno denunciato un cittadino del luogo per ingiuria: in sede si udienza, ha proferito frasi ingiuriose nei confronti di soggetto costituitosi parte civile nell’ambito dello stesso procedimento. Accusato di danneggiamento anche una concittadina: per futili motivi, avrebbe danneggiato la carrozzeria dell’auto di un conoscente. Denunciata anche una donna di Casarano, per guida sotto effetto droga.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maxi frode col gasolio agricolo, undici arresti e 64 indagati

  • Anziana madre non ha sue notizie da giorni e chiede aiuto: 49enne trovato senza vita

  • Militari attendono cassiera a fine turno: addosso parte dell’incasso, sospetti ammanchi per 50mila euro

  • Rapine con auto rubate durante il lockdown: fermata la banda

  • Coronavirus “sensibile” ai fattori ambientali: studio di un fisico su temperatura ed escursioni termiche

  • Scavalca tre muri dopo il furto: fuga spericolata, ma braccato e arrestato

Torna su
LeccePrima è in caricamento