Cronaca

Magnete sul contatore per rubare corrente elettrica. Tre commercianti nei guai

Un barista e due gestori di altrettanti distributori di benzina, tutti della zona di Tricase, sono stati denunciati a piede libero per furto aggravato di energia elettrica. Con la solita tattica del magnete per rallentare i consumi, hanno raggirato l'Enel, ma sono stati scoperti

Un contatore dell'Enel manomesso

TRICASE – Non accenna ad arrestarsi il fenomeno del furto di corrente elettrica. I militari dell’Arma della compagnia di Tricase hanno eseguito una serie di controlli in tutto il Capo di Leuca, per limitare l’azione dei “furbetti”. Nel mirino sono finiti esercizi commerciali  e abitazioni.  Nelle ultime ore, anche grazie al supporto di alcuni tecnici dell’Enel, sono stati denunciati a piede libero tre individui. Si tratta del titolare di un bar e di due gestori di altrettanti impianti per la distribuzione di carburante, di Tricase e Gagliano del Capo.

Attraverso un’analisi dei consumi relativi alla fornitura di energia elettrica, negli ultimi giorni e mesi, sono stati  registrati alcuni significativi cali apparentemente ingiustificati: le utenze ritenute “sospette” sono state tenute sotto osservazione dai carabinieri guidati dal capitano Simone Clemente i quali, tramite mediante la strumentazione fornita dalla società di corrente elettrica, hanno scoperto come i titolari avevano manomesso i contatori. La strategia è sempre la stessa, quella del magnete.

Quest’ultimo rallenta il funzionamento,  alterandone la registrazione dei reali consumi. A conclusione dei sopralluoghi, contatori e magneti sono stati sottoposti a sequestro penale, mentre i rispettivi titolari sono stati accusati di furto aggravato di energia elettrica, in attesa di ricevere un “giusto conguaglio” da parte dell’Enel.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Magnete sul contatore per rubare corrente elettrica. Tre commercianti nei guai

LeccePrima è in caricamento