Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca Via Merine

Rubano scooter e sotto effetto di droga sfuggono all’alt: denunciati due amici

Nei guai un 33enne di Nardò e un leccesi di 28 anni: sono stati inseguiti dalla polizia in città

Foto di archivio

LECCE – Folle corsa lungo le strade della periferia sotto effetto di stupefacenti. Rubano uno scooter e non si fermano all’alt della polizia: inseguiti e identificati, finiscono nei guai. Tutto è cominciato poco dopo la mezzanotte quando una volante, nei pressi di via Merine, ha notato dallo specchietto retrovisore la manovra repentina da parte del conducente di un ciclomotore.

I poliziotti hanno fatto inversione, per raggiungere i due individui. Ma questi ultimi, noncuranti dell’invito a fermarsi, hanno accelerato. L’inseguimento si è protratto per diversi isolati fino a quando, giunti in prossimità di un incrocio, il conducente è scivolato sull’asfalto: si tratta di un 33enne neretino sprovvisto di patente di guida. Il 26 maggio del 2010, infatti, gli era stata revocata.

Alla richiesta di spiegazioni sul perché non solo non si fosse fermato, ma avesse anche cercato di nascondere il viso, ha dichiarato di aver assunto cocaina ed eroina. Come se non bastasse, il mezzo è risultato privo di copertura assicurativa e carta di circolazione: è scattato il fermo amministrativo immediato.

Anche il passeggero, un leccese di 28 anni, ha raccontato ai poliziotti di essere uscito con il suo amico, dopo aver assunto della droga e di aver rubato lo scooter parcheggiato nei pressi della stazione ferroviaria. Il 33enne è stato denunciato per guida sotto effetto di sostanza stupefacente e senza patente, oltre che per  resistenza a pubblico ufficiale. Il suo amico, invece, risponderà di resistenza a pubblico ufficiale e furto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rubano scooter e sotto effetto di droga sfuggono all’alt: denunciati due amici

LeccePrima è in caricamento