menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Uno dei danni visibili in centro.

Uno dei danni visibili in centro.

Raid vandalico in centro: i quattro amici nei guai, uno denunciato per danneggiamento

Un 18enne gallipolino risponderà del danno agli arredi urbani, nella notte del 21 gennaio scorso. Gli altri tre amici, invece, deferiti per aver fornito false generalità agli agenti di polizia

LECCE – Denunciati i quattro ragazzi trascinati in questura nei giorni scorsi, di cui uno ritenuto l'autore del danneggiamento degli arredi urbani nel centro di Lecce.  Si tratta di P.C. un 18enne di Gallipoli, ora indagato per il reato di danneggiamento, mentre sono stati denunciati con l'accusa di aver fornito false generalità gli altri tre ragazzi: M.G. di 20 anni di Sannicola, gli altri due, entrambi minorenni, uno di Gallipoli e uno di Racale. I tre avrebbero infatti fornito dati finti alle forze dell'ordine.

Tutto è cominciato nella notte del 21 gennaio scorso, quando una volante della polizia è intervenuta in via Trinchese e in Piazza Sant’Oronzo, a seguito di una segnalazione di danneggiamento di alcuni cestini per la raccolta di rifiuti e di una fioriera da parte di un gruppo di giovani. Gli agenti, guidati dal vicequestore Eliana Martella, hanno ascoltato una guardia giurata che, poco prima, aveva notato quattro giovani appiedati, uno dei quali, minuziosamente descritto.

Il gruppo, secondo la preziosa testimonianza, si era reso responsabile del danneggiamento di un cestino dei rifiuti, per poi dirigersi verso Piazzetta Santa Chiara, dove i componenti sono stati rintracciati dagli agenti. Il testimone ha riconosciuto, senza alcun tentennamento, il ragazzo che si era reso responsabile del danneggiamento, poi identificato per un 18enne gallipolino. Quest’ultimo, essendo sprovvisto di documenti, è stato accompagnato negli uffici della questura per essere identificato. Nella circostanza sono stati identificati anche gli altri tre.

Successivi accertamenti effettuati grazie alla visione delle immagini delle telecamere di videosorveglianza recuperate dal centro di Lecce, hanno permesso di accertare che il 18enne aveva danneggiato, oltre al cestino porta rifiuti, anche una fioriera, il cui contenuto era stato rovesciato su uno scivolo per disabili. Dalle indagini condotte dagli agenti delle volanti è emerso, inoltre, che le generalità dichiarate dai tre giovani amici, non corrispondevano con quelle fornite dagli Uffici anagrafe dei Comuni di appartenenza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Salento da zona gialla: 81 nuovi casi ogni 100mila abitanti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento