Armati nel bar: incastrata anche l’amica che ha nascose la pistola

Due ragazzi nei guai, uno dei quali accusato di recente anche di un altro colpo e denunciata la complice: ritenuti responsabili dell’episodio dell’8 marzo

Foto di repertorio.

MONTERONI DI LECCE – In due nei guai per rapina aggravata poco prima del lockdown, l’amica accusata di favoreggiamento. Nelle ultime ore, i carabinieri della compagnia di Lecce hanno denunciato S.S., 24enne di Taurisano; G.S., 27enne di Monteroni di Lecce e A.A., una 37 sempre monteronese. Il primo è coinvolto in un'altra rapina, ai danni di un market dello stesso comune e di recente arrestato dalla polizia.

Le indagini sono state avviate dai militari della task force specializzata nei reati predatori a seguito del colpo messo a segno avvenuta nel pomeriggio dell’8 marzo scorso, a Monteroni di Lecce, presso il bar della stazione di servizio “Carriero energy”. I due ragazzi, con il volto coperto e una pistola in pugno, hanno fatto irruzione nella caffetteria e minacciato di morte la cassiera. Si sono poi fatti consegnare l’incasso di mille e 500 euro, per darsi alla fuga.

Immediate le ricerche e l’attività investigativa, nella quale gli autori sono stati subito identificati. L’amica, dopo il colpo, si sarebbe offerta per nascondere la pistola a salve. Grazie ad alcuni riscontri investigativi, basati anche su testimonianze, i tre sono stati scoperti e incastrati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fanno sesso, poi diffonde i video e affigge immagini: revenge porn, incastrato

  • Mauro Romano, chiuse le indagini sull’ex barbiere: sequestro di persona

  • “L’eredità”, il concorrente leccese batte il record di puntate da vincitore

  • Rapine con autovetture rubate anche durante il lockdown: in tre agli arresti

  • Scampato a un agguato con Kalashnikov, accoltella un uomo per motivi di viabilità

  • Debito di droga si trasforma in incubo: lo minacciano davanti al nipote, tre in manette

Torna su
LeccePrima è in caricamento