Abbandona 150 metri cubi di scarti edili, denunciato. Nei guai anche un cacciatore

Un 54enne di Calimera accusato di gestione di rifiuti non autorizzata. A Scorrano, deferito un bracconiere 59enne

MELENDUGNO – Tutela dell’ambiente e degli animali: in due nei guai, nelle ultime ore, al termine di un controllo eseguito dai carabinieri forestali. Nel primo caso, è stato denunciato B.C.M., un 54enne di Calimera, accusato di gestione di rifiuti non autorizzata e deposito incontrollato di scarti di demolizione, per un quantitativo stimato di 150 metri cubi.

I residui erano stati infatti abbandonati su un terreno di 200 metri quadrati nella zona industriale di Melendugno, poi ispezionato dai carabinieri forestali di Otranto. Questi ultimi hanno avviato ulteriori accertamenti. Ma non è tutto. A Scorrano, i militari hanno eseguito il sequestro di un fucile semiautomatico calibro 12,  con tre cartuccFORESTALI 2-2-7e  e  due esemplari di tordo bottaccio , Turdus philomelos.

L.C., un 59enne del luogo, è stato infatti sorpreso ad abbattere i due esemplari volatili, nonostante il divieto venatorio di quelle specie, così come previsto dal calendario regionale della caccia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro, quattro feriti. Ragazzo di 22 anni finisce ricoverato in coma

  • Le mani della Scu sul gioco d’azzardo: arresti e sequestro da 7 milioni di euro

  • Auto acquistate con “Spot&Go”, scatta l’inchiesta: s’indaga per truffa

  • Formaggi venduti per Grana e conservati dal gommista, scatta il sequestro

  • Perde un anello molto prezioso e lo ritrova lanciando un appello su facebook

  • In poche ore due spaventosi incidenti con feriti sulle strade del Salento

Torna su
LeccePrima è in caricamento