Cronaca Via Augusto Imperatore

Sfasciano specchietti e ciclomotori in centro, in due rischiano pestaggio

Un 39enne e un 32enne di origini napoletane sono stati denunciati per danneggiamento aggravato in concorso. Hanno rotto due specchietti in centro, e lanciato sull'asfalto almeno sette ciclomotori. Alcuni testimoni hanno protestato con violenza. I poliziotti sono anche intervenuti poco distante per sedare una rissa

Le auto danneggiate (Foto di Luca Capoccia)

LECCE -  Nottata movimentata per il personale della questura leccese. Intorno alle due di questa notte, una telefonata è giunta al numero di pronto intervento per segnalare alcuni atti vandalici ai danni dei mezzi parcheggiati nel centro cittadino.

La chiamata ha indicato la presenza di due individui che, nei pressi di via Augusto Imperatore e via Vittorio Emanuele, avevano appena danneggiato due specchietti delle autovetture in sosta nella zona, e fatto cadere sull’asfalto diversi  di ciclomotori. Le vetture colpite sono una Citroen e una Peugeot. I ciclomotori spinti sull’asfalto, sono sette in tutto. Ma non è escluso che, nelle prossime ore, la quantità delle denunce possa lievitare.

Sul posto, nel giro di alcuni minuti, sono giunti gli agenti della sezione volanti della questura leccese. Fermati e denunciati per danneggiamento aggravato in concorso: si tratta di A.P., di  32 anni ed E.A., 39enne entrambi originari di San Giuseppe Vesuviano, nel Napoletano, e con precedenti, in trasferta a Lecce per motivi di lavoro._LUC4664-2

All’arrivo dei poliziotti, l’uomo più anziano aveva sul volto i segni lasciati, presumibilmente, dalla colluttazione avvenuta con qualcuno dei presenti.  Un gruppo di cittadini, infatti, si era accalcato attorno ai due individui finiti nei guai, con intenti non proprio rassicuranti.

Gli agenti, inoltre, sono anche intervenuti nei paraggi, poco prima delle 5, a causa di una rissa scoppiata per motivi di gelosia tra due comitive. L’episodio è avvenuto in via dei Mocenigo dove, a causa di commenti e apprezzamenti nei confronti di una ragazza, sono volati insulti e minacce, per poi passare direttamente alle mani.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sfasciano specchietti e ciclomotori in centro, in due rischiano pestaggio

LeccePrima è in caricamento