Con un cacciavite contro due commessi del supermercato. Bloccata 30enne

Una donna, già nota alle forze dell'ordine per alcuni problemi comportamentali, ha raggiunto l'esercizio, a Porto Cesareo, e si è scagliata contro le vittime senza motivo. Soltanto l'intervento di carabinieri e municipale ha messo la parola fine a un incubo: per la donna è scattata la denuncia

Il supermercato di Porto cesareo

PORTO CESAREO – Mattinata di follia nel supermercato “Dimeglio” di Porto Cesareo, tra via Cilea e via Kennedy. Momenti di panico sono stati vissuti all'interno, e una situazione che ha rischiato di degenerare Tutto è accaduto poco prima delle 10 quando clienti e dipendenti erano intenti alla normale attività. Si è presentata una donna, una 30enne del posto, in uno stato di confusione.

Con un cacciavite che aveva portato con sé e, senza alcuna ragione apparente, ha aggredito una prima dipendente lì in servizio, cercando di colpirla alla testa con l’attrezzo. La vittima è riuscita a scansare altri colpi, ma ha rimediato un’escoriazione alla fronte che poi i sanitari hanno giudicato guaribile in due giorni. In difesa della collega è intervenuto un altro dei dipendenti, ma a sua volta ha dovuto difendersi dalla violenza della donna che ha cercato di colpire anche lui con l’utensile. Per lui, altri due giorni di prognosi per lievi ferite. Altri avventori hanno provato a limitare la furia della sconosciuta, senza però riuscirci.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 Sono trascorsi attimi di panico sino a quando è intervenuta una pattuglia della stazione dei carabinieri di Porto Cesareo, giunta sul posto assieme agli agenti di polizia locale. Gli uomini in divisa hanno faticato non poco per bloccare e ricondurre alla ragione l’autrice dell’aggressione, già peraltro nota alle forze dell’ordine per problemi comportamentali. Nella borsa che aveva con sé è stato rinvenuto anche un coltellino, che però non ha utilizzato per il grave gesto. Il tutto si è risolto con una denuncia in stato di libertà della protagonista della vicenda, indagata per lesioni personali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento