Cronaca

Disabile segregato in casa. Denunciato il fratello 47enne

L'intervento dei carabinieri della stazione di Surbo ha messo fine, nel corso della mattinata, all'incubo vissuto da un 63enne del posto. Affetto da una patologia, era stato lasciato da solo, tra i suoi stessi escrementi, dal parente che avrebbe dovuto accudirlo. E' scattata la denuncia con l'accusa di abbandono di incapace

La stazione dei carabinieri di Surbo

SURBO – Rinchiuso nel proprio appartamento. Abbandonato e solo, senza l’assistenza che meriterebbe un disabile. Il blitz dei carabinieri della stazione di Surbo, nella mattinata, ha messo fine a una drammatica storia di solitudine. A.M., un uomo di 63 anni, residente nel comune dell’hinterland leccese, è stato infatti trovato dai militari dell’Arma, in stato di choc, e lasciato in condizioni igienico sanitarie da chi avrebbe dovuto, invece, occuparsene con amore e premura. 

Ma al posto di quelle attenzioni, che avrebbe dovuto ricevere da parte del fratello, era rimasto circondato dalle sue feci. Il parente, M.M., di 47 anni, è stato denunciato per abbandono di incapace. La vittima è stata intanto trasferita presso una comunità di Novoli, su disposizione dell’autorità giudiziaria, e affidato alle cure del personale sanitario mentre ulteriori indagini saranno effettuate su questo ennesimo, amaro episodio.

Non è, purtroppo, la prima occasione, in cui il Salento è costretto ad assistere a vicende simili e strazianti. Nel mese di agosto del 2013, Antonietta Ginniani, una donna di 84 anni nata sordomuta, fu trovata in un’abitazione alla periferia di Lecce dagli agenti di polizia delle volanti, a seguito di alcune telefonate anonime che segnalarono la presenza di un vero e proprio inferno all’interno delle mura domestiche. L’anziana era stata lasciata da sola in un bagno, in balia della sporcizia, da quello stesso “guardiano” che avrebbe dovuto accudirla. La donna spirò nella casa di cura in cui era stata trasferita, esattamente  un mese addietro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Disabile segregato in casa. Denunciato il fratello 47enne

LeccePrima è in caricamento