menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'edificio danneggiato visibilmente

L'edificio danneggiato visibilmente

Scatta l'allarme in casa: scoperto e denunciato topo d’appartamento

Un 33enne di origini marocchine è stato scoperto da un vigilante in un'abitazione di San Cassiano: era in stato confusionale

SAN CASSIANO – I movimenti sospetti sono stati immediatamente segnalati alle guardie giurate dallo stesso sistema di allarme, che si è attivato subito. E loro sono giunte poco dopo in un’abitazione a San Cassiano, nelle campagne in direzione di Poggiardo. Una volta arrivato sul posto della segnalazione, un vigilante della Bcs Security ha notato gli infissi dello stabile scardinati, e tracce di terra assieme alle orme su un davanzale. Ed è scattata la perquisizione nell’appartamento, dove il sospetto è stato immediatamente confermato.

Nascosto tra i mobili della casa, infatti, un individuo di 33 anni, in evidente stato confusionale. Con ogni probabilità era riuscito ad entrare nell’appartamento per mettere a segno un furto, ma all’arrivo dei vigilanti non aveva ancora portato via nulla. Alla vista del personale dell’istituto di sicurezza ha provato a fuggire, e nella fuga è anche nata una colluttazione, nella quale il vigilante ha anche riportato una lesione all’altezza della mano, poi soccorsa e refertata in ospedale in un secondo momento.

Il 33enne, di origini marocchine, ma regolarmente residente in Italia, è stato identificato dai carabinieri della stazione di Nociglia, e dai colleghi del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Maglie, nel frattempo sopraggiunti per eseguire i rilievi nella casa colpita. L’uomo è stato denunciato a piede libero con l’accusa di tentato furto. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento