Per smaltire tavoli, sedie e mobili dà loro fuoco: denunciato

I forestali hanno sorpreso un uomo: avrebbe provocato una densa colonna di fumo. Indagato per smaltimento illegale di rifiuti

Foto di repertorio.

LECCE – I forestali sorprendono l’ennesimo cittadino “sporcaccione”. I carabinieri di Lecce hanno infatti denunciato un residente del capoluogo salentino, sorpreso a smaltire illegalmente dei rifiuti in via Guido Cavalcanti.

Il trasgressore stava infatti dando fuoco a tavoli, sedie, infissi e altro materiale in legno. Da diverse centinaia di metri era visibile la colonna di fumo nero ed è scattato il controllo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’episodio si è verificato all’interno di un terreno recintato, di proprietà dell’uomo: nei confronti di quest’ultimo è scattata la denuncia in stato di libertà.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19, aumentano i tamponi. Sono 611 i nuovi positivi e quindici i contagi nel Leccese

  • Dpcm, la protesta nasce pacifica in centro. Ma poi partono gli scontri

  • Virus, stabile l’andamento del contagio. Picco di 43 casi nel Salento

  • La ministra dell'Istruzione boccia Emiliano: "La Puglia riapra le scuole"

  • Il virus avanza in Puglia, Lopalco: “Si delinea uno scenario preoccupante”

  • Aggressione furibonda a colpi di martello: lui in ospedale, i cognati in arresto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento