Danneggia e deruba la comunità di cui è ospite: nuovi guai per un 36enne

Un uomo di Montesano Salentino fermato dai carabinieri della stazione di Latiano, in provincia di Brindisi. Risponde anche di violenza privata

Foto da BrindisiReport.it

MONTESANO SALENTINO  - Un 36enne di Montesano Salentino è stato denunciato dai carabinieri di Latiano, nel Brindisino, per danneggiamento e furto. Ha infatti arrecato danni agli arredi interni della comunità locale in cui era ospite, ha rubato le chiavi e ha tentato la fuga: ma è stato bloccato e identificato dai carabinieri per violenza privata, danneggiamento aggravato e inosservanza dei provvedimenti dell’autorità.

L'uomo era sottoposto alla misura di libertà vigilata. Nel corso della notte del 19 aprile, ha minacciato il personale addetto alla struttura e, dopo aver fatto rovinare al suolo un vaso di porcellana e un televisore 42 pollici e aver colpito con calci la porta di una stanza, danneggiandola completamente, si è appropriato di nove pacchetti di sigarette, dandosi alla fuga.

E' stato rintracciato poco dopo presso la stazione ferroviaria di Latiano dai carabinieri dell’aliquota radiomobile della compagnia di San Vito dei Normanni ed è stato riaccompagnato presso la stessa comunità. Poche ore dopo, il 36enne si è impossessato di un mazzo di chiavi riposte negli uffici e ha tentato di aprire il cancello per allontanarsi nuovamente ma è stato bloccato dai carabinieri della stazione, tempestivamente giunti in seguito alla segnalazione del personale. Successivamente, quando tutto sembrava essere rientrato nella normalità, l’uomo è riuscito a scavalcare il cancello allontanandosi nuovamente. Lo stesso è stato deferito all’autorità giudiziaria anche per furto aggravato.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colto da malore al volante, fa a tempo ad accostare ma poi muore

  • Si recide l'arteria radiale del polso potando i suoi ulivi: 67enne muore dissanguato

  • Agenzia funebre nel mirino: data alle fiamme da ignoti, del tutto distrutta

  • Rimandata a casa con un antidolorifico per l’emicrania, ma aveva un ictus: indagato il medico

  • Mafia, droga e spari all’ombra delle “Vele”, chieste condanne per due secoli e mezzo

  • Carabiniere ubriaco in contromano, causa incidente con una vittima: “Mi sentivo sobrio”

Torna su
LeccePrima è in caricamento