Schiaffo al figlio 12enne, genitori denunciano il prof. Il referto cita “trauma psichico”

L'episodio è avvenuto nella mattinata di ieri in una scuola media di Lecce. L'alunno, secondo la sua versione, sarebbe stato ripreso dal docente perché distratto, e poi colpito alla guancia. Sul referto rilasciato dall'ospedale si legge anche "trauma psichico, stato d'ansia e tachicardia"

Foto di repertorio (@TM News/Infophoto)

LECCE - I tempi sono davvero cambiati e due genitori leccesi hanno denunciato un professore di educazione musicale, per aver tirato un ceffone al loro figlio di dodici anni. L’episodio sarebbe accaduto nella giornata di ieri, durante la lezione in un’aula di una scuola media del capoluogo salentino.

L’alunno, all’ora di uscita, ha raccontato tutto alla madre, la quale ha accompagnato il ragazzino presso il pronto soccorso dell’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce. Sulla guancia destra del 12enne, a suo dire ripreso con toni accesi dal docente perché disattento, un leggero graffio.

Medicato dai sanitari, il 12enne ha fatto ritorno a casa con una lieve ferita giudicata guaribile in appena cinque giorni. Ma non è tutto. Stando a quanto si apprende dall’agenzia stampa Ansa, sul referto i medici avrebbero anche riportato “un trauma psichico per violenza subita, escoriazioni da graffio e stato d’ansia e tachicardia”.

La versione fornita dall’alunno e dalla madre, intanto, è stata raccolta dagli agenti del posto fisso del nosocomio leccese, e poi fatta giungere negli uffici della Procura per i minorenni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sommozzatore in un pozzo: all’interno i resti del piccolo Mauro?

  • Forestali, denunce a raffica. E sequestrate 98mila piantine di melograno

  • Mezzo chilo di droga, pistole e munizioni: in manette zio e nipote

  • La barca s'incaglia, i tre pescatori tornano a riva sfidando il mare gelido

  • Assunzioni in Sanitaservice: pubblicato il bando per 159 posti

  • "Mi sta picchiando". Viene fermato due volte poco prima dell'alba e arrestato

Torna su
LeccePrima è in caricamento