menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di repertorio.

Foto di repertorio.

Ferisce prostituta col calcio di una pistola e la rapina: identificato 28enne

Un giovane uomo residente a Taviano denunciato dalla polizia per rapina aggravata dall’utilizzo dell’arma. Avrebbe sottratto la somma di 300 euro e il passaporto alla vittima, ferendola alla costola e al volto

TAVIANO – La picchia e la ferisce. E mette a segno una rapina, con l’uso di un’arma, ai danni di una prostituta: individuato e denunciato un 28enne residente a Taviano. Nei giorni scorsi, infatti, gli agenti del polizia di Gallipoli hanno deferito l’uomo, di origini albanesi, con l’accusa di rapina aggravata. Tutto è cominciato quando una ragazza di nazionalità bulgara si è presentata presso gli uffici del commissariato della Città Bella dicendo di essere senza fissa dimora e di vivere di prostituzione.

La malcapitata ha inoltre raccontato ai poliziotti gallipolini che un uomo le aveva sottratto con prepotenza la somma di 300 euro e il proprio passaporto. Dopo averla picchiata con il calcio di una pistola di piccole dimensioni e averla colpita con un violento calcio alle costole, tanto da procurarle una lesione sull’arcata sopraciliare e lesioni varie per una prognosi di una decina di giorni, il 28enne sarebbe scappato a bordo di un furgoncino.

Grazie alla descrizione dei tratti somatici dell’uomo fornita dalla vittima e all’incrocio dei dati della targa, seppur parziale, fornita da un’amica della donna, gli agenti sono risaliti all’identità del presunto rapinatore. L’attività d’indagine non è stata semplice perché l’intestatario del furgoncino non corrispondeva alla descrizione dell’autore della rapina. Le ricerche sono dunque state estese ai vari utilizzatori del veicolo per poi scoprire il nome del responsabile, riconosciuto dalle due amiche straniere. Al termine degli accertamenti e su disposizione del pm di turno presso la Procura della Repubblica di Lecce, il 28enne è indagato per rapina aggravata dall’uso di arma.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento