Giovedì, 17 Giugno 2021
Cronaca

Malati di tumore trasportati al freddo su lettighe, “Ora si pensi a un collegamento tra i padiglioni”

Il comitato Salute Salento, e il primario del reparto di Oncologia di Lecce, hanno denunciato un disservizio che coinvolge i pazienti malati di tumore. Questi ultimi sarebbero da dieci anni trasferiti da un padiglione all’altro del “Vito Fazzi” su una lettiga, senza che le due strutture siano ancora state congiunte. Ma è in cantiere un progetto

Il Polo oncologico del "Vito Fazzi" di Lece

LECCE – I pazienti malati di tumore vengono ancora trasportati da un padiglione all’altro su una lettiga. Senza che nessuno abbia mai pensato di collegare le due strutture negli ultimi dieci anni. E’ la denuncia che giunge, tramite il comitato Salute Salento, dal primario di Oncologia, Gianmarco Surico.  “Nessuno si è mai posto il problema di collegare le due strutture? – si chiede oggi il primario– Un tunnel, magari anche sotterraneo”.

Nel corso di dieci anni di attività del padiglione oncologico, fanno sapere da Salute Salento, i vertici della Asl che si sono susseguiti non hanno mai affrontato questo annoso problema che assorbe risorse e regala immeritati disagi ai pazienti. Per non parlare del personale sanitario e amministrativo costretto a fare la spola, con enorme dispendio di tempo. Ancora oggi si preferisce impegnare personale e mezzi, infermieri, autisti e ambulanze, anziché collegare le strutture.

Bisognerà attendere il completamento del Dipartimento di emergenza e accettazione che, stando alle anticipazioni dell’ex direttore generale Giovanni Gorgoni, prevede la realizzazione di tre collegamenti orizzontali fra le tre strutture esistenti: due con l’Oncologico, uno aereo su pilotis, e uno con il “Vito Fazzi”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Malati di tumore trasportati al freddo su lettighe, “Ora si pensi a un collegamento tra i padiglioni”

LeccePrima è in caricamento