Denaro versato con ricarica, ma il blocco motore resta virtuale: denunciati in due

I carabinieri di Bagnolo del Salento sono risaliti a due uomini della provincia di Reggio Calabria: il pezzo era per una Vespa Special

Foto di archivio.

BAGNOLO DEL SALENTO – Non si tratta della stessa entità delle frodi informatiche riportate ieri, mercoledì, ma il fenomeno delle truffe on line continua a dilagare come dimostra la denuncia per truffa in concorso di due uomini residenti nella provincia di Reggio Calabria da parte dei carabinieri della stazione di Bagnolo del Salento.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I due calabresi, infatti, avevano ricevuto una ricarica Postepay di 200 euro senza inviare il blocco motore per Vespa Special 50 da loro pubblicizzato su Subito.it, piattaforma on line sulla quale era avvenuto il contatto tra l’interessato acquirente e i presunti venditori. Dopo le indagini da parte degli uomini dell'Arma, nei guai sono finiti un 39enne di Siderno, I.B. e un 34enne di Locri, P.L.: per loro deferimento a piede libero.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colpo alla Scu: droga ed estorsioni. Scatta il blitz, dieci arresti

  • Accoltella la madre e poi si lancia nel vuoto: tragedia in una famiglia salentina

  • Nulla da fare per l'80enne scomparso: trovato morto nelle campagne

  • Rintracciata a Ostia: il 30 giugno, dopo cena, era uscita senza fare rientro

  • Cede il ponte, travolto da un'auto: 18enne con grave ferita a una gamba

  • Con l'auto fino in mare per depositare la moto d'acqua: sconcerto a San Cataldo

Torna su
LeccePrima è in caricamento