Giovedì, 24 Giugno 2021
Cronaca

Indossa il camice verde e si aggira per l’ospedale. Nei guai finto infermiere 43enne

Un uomo di Taviano è stato denunciato per uso abusivo di professione. Notato aggirarsi per i corridoi del “Vito Fazzi”, coi tipici abiti da lavoro, avrebbe accompagnato suoi anziani compaesani per effettuare accertamenti medici, in cambio di una ricompensa

L'ospedale "Vito Fazzi" di Lecce

LECCE – Ha pensato proprio a tutto. Persino all’abbigliamento da lavoro. Tanto da essere fermato con una casacca verde addosso, tipica da infermiere, per lui che sanitario non è.  Intorno alle 11 di questa mattina, gli agenti della sezione volanti sono intervenute presso l’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce, per controllare l’individuo, segnalato da alcuni dipendenti del nosocomio.

Il 43enne, originario di Taviano, avrebbe millantato la qualifica di infermiere e dichiarato di prestare servizio presso un’altra struttura sanitaria. Il tutto, per poter circolare liberamente nei corridoi del complesso ospedaliero. Secondo una prima ricostruzione, tuttavia, il finto infermiere avrebbe pianificato la messinscena per accompagnare suoi anziani compaesani a sottoporsi accertamenti medici, in cambio di una piccola “ricompensa”. Li avrebbe dunque accompagnati spacciandosi per  uno in confidenza con gli ambienti sanitari.

Identificato dal personale della questura, il 43enne è stato immediatamente denunciato a piede libero con l’accusa di uso abusivo di professione. Le indagini, da parte della polizia, permetterà di chiarire in un secondo momento, i motivi precisi che hanno spinto l’uomo a questa “intraprendente” azione che gli è costata cara. Resta infatti da capire se l’accaduto di oggi sia soltanto la ripetizione di quanto già avvenuto in passato.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Indossa il camice verde e si aggira per l’ospedale. Nei guai finto infermiere 43enne

LeccePrima è in caricamento