Giovedì, 13 Maggio 2021
Cronaca

Identificato grazie alle immagini: 23enne denunciato per il rogo di un'auto

In pochi giorni i carabinieri della stazione di Cavallino hanno chiuso il cerchio. Ritrovata una tanica con residuo liquido infiammabile

Un secondo sopralluogo qualche ora dopo il rogo.

CAVALLINO – Per i carabinieri della stazione di Cavallino il responsabile dell’incendio che nella notte tra lunedì e martedì ha distrutto un’auto e lambito un’altra vettura è un 23enne del luogo, A.G.

I militari lo hanno denunciato a seguito della visione delle immagini dei circuiti di videosorveglianza presenti nei pressi di via Cifarelli, dove era parcheggiato il veicolo, una Fiat Brava di proprietà di un uomo di 52 anni. Della moglie di quest’ultimo è la seconda auto coinvolta, seppur con conseguenze minime.

I militari agli ordini del luogotenente Riccardo D Bellis hanno effettuato una perquisizione domiciliare trovando una tanica con residuo liquido infiammabile e anche l’abbigliamento verosimilmente utilizzato dal giovane quella notte. Al momento non è chiaro il movente che lo ha spinto ad appiccare il rogo, la cui dolosità si è subito intuita quando, in sede di primo intervento dei vigili del fuoco, si è avvertito un odore di benzina mentre l’auto era alimentata a diesel.

Nel giro di pochi giorni di indagini il cerchio si è dunque chiuso attorno al 23enne, la cui posizione è ora al vaglio dell’autorità giudiziaria.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Identificato grazie alle immagini: 23enne denunciato per il rogo di un'auto

LeccePrima è in caricamento