Derubò e aggredì un anziano di quasi cento anni: patteggia tre anni

Emessa la sentenza nei riguardi di Turkijan Mutisi, 37enne montenegrino residente nel campo Panareo di Lecce accusato di aver derubato in due occasioni e, anche aggredito, un uomo nel centro di Lecce

LECCE - E’ di tre anni e due mesi di reclusione, più il pagamento di una multa di circa 1.300 euro, la sentenza di patteggiamento emessa oggi nei riguardi di Turkijan Mutisi, 37enne montenegrino residente nel campo Panareo di Lecce accusato di aver derubato in due occasioni e, anche aggredito in una di queste, un uomo di 99 anni.

L’uomo per il quale era stato disposto il processo ordinario (con decreto di giudizio immediato) ha preferito chiudere così il suo conto con la giustizia, concordando la pena col giudice Michele Toriello, attraverso l’avvocato difensore Paride Marti.

Sono due gli episodi di cui rispondeva l’imputato e per i quali, lo scorso luglio, fu emessa un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei suoi riguardi.

Il primo risale al 27 gennaio scorso: Mutisi inseguì l’anziano all’uscita dell’istituto di credito “Banco di Napoli”, in piazza Mazzini, e dopo averlo raggiunto nel parcheggio antistante gli sfilò dalla tasca del cappotto contanti per 300 euro.

Il secondo episodio, qualche giorno dopo, il 6 febbraio, sempre nei pressi della banca: il malcapitato sarebbe stato minacciato e spinto, poi inseguito fino all’abitazione dove, a causa dell’ennesima spinta, sarebbe caduto a terra rimediando contusioni al braccio sinistro e al torace, e privato della somma di 500 euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • “L’eredità”, Massimo Cannoletta tra bottino intascato e critiche sul web

  • Percepiva il reddito di cittadinanza, ma nascondeva in casa 625mila euro

  • Maltempo sul Salento: coperture divelte da una tromba d’aria volano in strada

  • Travolto con il furgone, amputata parte della gamba destra del 38enne

  • Ubriaca alla guida colpisce auto, poi si ribalta: illesa una 21enne

  • Da Martano originale campagna per uso della mascherina. Il sindaco: “Monito ai negazionisti”

Torna su
LeccePrima è in caricamento