Cronaca

Deteneva fucile e munizioni, 26enne patteggia un anno e dieci mesi

Gabriele De Luca, nato a Copertino ma residente a Guagnano, fu arrestato nel novembre scorso, dai carabinieri della compagnia di Campi Salentina. Ad incastrarlo fu il fiuto del cane anti-esplosivo nel nucleo cinfeili di Modugno

LECCE – Ha patteggiato una condanna a 1 anno e dieci mesi di reclusione (pena sospesa) Gabriele De Luca, 26 anni, nato a Copertino ma residente a Guagnano, arrestato a novembre scorso, dai carabinieri della Compagnia di Campi Salentina, con l’accusa di detenzione illecita di armi e munizioni. La sentenza è stata emessa dal gup Carlo Cazzella. A incastrare il 26enne fu il fiuto un cane anti esplosivo del Nucleo cinofili dei carabinieri di Modugno.

Durante la perquisizione, che portò all'arresto del 26enne, il cane riuscì a scovare un fucile Benelli, automatico, calibro 12, canna mozzata e matricola abrasa. L'arma era stata nascosta tra le balle di fieno destinate all'alimentazione dei cavalli. Il rinvenimento avvenne all'interno di un podere recintato, in località "Candido". Oltre al fucile, il cane trovò, sempre nel fieno, ma in un luogo diverso, una sacca contenente 73 cartucce di diverse marche, ma tutte compatibili con l'arma in questione. Per De Luca, che svolge il mestiere di pastore, scattò l'arresto in flagranza.

Oggi l’imputato, assistito dall’avvocato Michele Palazzo, ha chiuso i conti della giustizia. Sia accusa che difesa hanno sposato la tesi difensiva, tenendo anche conto che l’imputato era incensurato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Deteneva fucile e munizioni, 26enne patteggia un anno e dieci mesi

LeccePrima è in caricamento