Cronaca

Detenuti al lavoro: in cinque per bonificare le discariche abusive del territorio

Accordo, della durata di un anno, tra la casa circondariale e l'assessorato alle Politiche ambientali del Comune di Lecce. E da lunedì prendono il via gli incontri di formazione sulla raccolta differenziata nella struttura penitenziaria

Il carcere di Borgo San Nicola.

LECCE - Cinque detenuti saranno impiegati per la bonifica delle discariche abusive presenti sul territorio comunale di Lecce. Il direttore del carcere di Borgo San Nicola, Antonio Fullone, e l’assessore alla Politiche ambientali del Comune di Lecce, Andrea Guido, hanno firmato l’accordo, per la durata di un anno, che mira da una parte al reinserimento socio-lavorativo, dall’altro alla tutela del territorio.

 “Quale occasione migliore – si chiede Andrea Guido - per dare una possibilità a chi sta per finire di scontare la pena o, comunque, è ritenuto non più socialmente pericoloso dalla magistratura di sorveglianza, per reinserirsi positivamente nel contesto sociale? Questa iniziativa è un segnale anche per la società affinché non  consideri queste persone come delle escluse. Il Comune sta cercando percorsi di reinserimento per loro. L'idea è quella di una città che si preoccupa dei suoi anelli più deboli o più in difficoltà per metterli nelle possibilità di reinserirsi pienamente e di contribuire allo sviluppo del territorio. E vedo che anche la reazione complessiva dei cittadini con cui ho avuto modo di parlarne è stata molto positiva”.

Fullone e Guido-2“Ho il dovere di ringraziare il dottor Fullone ha proseguito l’esponente del governo cittadino - senza il quale non avrei raggiunto un simile risultato in così breve tempo. Ancora una volta il dirigente carcerario di Lecce ha dimostrato una sensibilità, una disponibilità e, soprattutto, un’efficienza senza eguali".

Da lunedì prossimo, inoltre, prenderanno il via gli incontri formativi necessari ad illustrare le buone pratiche per ottenere una differenziata di qualità non solo nelle 550 celle dell’istituto ma anche nei 60 uffici amministrativi. Gli incontri saranno gestiti dal personale di Axa, una delle due ditte appaltatrici per i servizi di igiene urbana in città nella cui area di pertinenza ricade proprio il carcere di Borgo San Nicola.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Detenuti al lavoro: in cinque per bonificare le discariche abusive del territorio

LeccePrima è in caricamento