Cronaca

Detenzione per spaccio di cocaina, due arresti in poche ore

A Carmiano fermato 31enne recidivo. I carabinieri hanno scovato sostanza e soldi dopo un controllo approfondito nell'abitazione. E' finito in carcere. A Nardò fermato un 27enne e segnalato anche alla Prefettura un 26enne

LECCE – Cinque anni dopo un precedente arresto, seguito da un patteggiamento a 2 anni 8 mesi, la vecchia “passione” per la cocaina porta nuovi guai a Stefano Garofalo, 31enne di Carmiano. E’ finito in carcere con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di cocaina.  

Le manette sono scattate ieri sera, quando i carabinieri della stazione locale e del Nucleo operativo radiomobile della compagnia di Campi Salentina, hanno deciso di sottoporlo a perquisizione.

garofalo stefano1-2Sospettato, evidentemente, di essere tornato sulla piazza, i militari l’hanno fermato per un controllo, andando anche a visitare gli ambienti di casa, per frugare fra mobili e cassetti. Probabilmente, erano quasi certi che avrebbero trovato qualcosa.

E così è stato: nell’abitazione c’erano 13 grammi di cocaina suddivisa in dosi, un bilancino di precisione, materiale per preparare singole dosi. Garofalo aveva anche 755 euro, soldi ritenuti provento dell’attività di spaccio e per questo sequestrati insieme a tutto il resto.

Cocaina, un arresto anche a Nardò

A dimostrazione di quanto sia diffuso lo spaccio di polvere bianca, quasi nelle stesse ore, ma in un luogo diverso, Nardò, i carabinieri del Norm della compagnia di Gallipoli, hanno  fermato in Mauro Petruccelli, 27enne del posto, già noto alle forze dell’ordine.

Durante una perquisizione del giovane, i militari hanno trovato nel pantalone un involucro di cellophane contenente  4,65 grammi di stupefacente. Ed è stato così arrestato. Un 24enne fermato nell’ambito dello stesso controllo con uno spinello è stato segnalato in Prefettura. 

I carabinieri sono andati quasi a colpo sicuro. Luogo dello spaccio, infatti, era piazza Sant'Antonio, finita di restaurare nel 2016 e, purtroppo, vittima di recente di atti di vandalismo, ma diventata anche luogo di ritrovo per lo spaccio nelle ore serali, tanto che il viavai di persone sospette era stato segnalato da qualche giorno ai militari dai cittadini.

I carabinieri dell'aliquota operativa di Gallipoli, con il supporto della stazione locale, hanno così letteralmente cinturato la zona, fermando anche altri soggetti già noti (almeno cinque), tutti rilasciati poiché non avevano nulla addosso. Non Petruccelli, che è finito nei guai. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Detenzione per spaccio di cocaina, due arresti in poche ore

LeccePrima è in caricamento