Domenica, 1 Agosto 2021
Cronaca

Devastano la scuola e si feriscono: tracce di sangue

Vandali in azione la scorsa notte nella scuola media di Botrugno. Rompono le suppellettili, ma nella foga si fanno male e lasciano segni del loro passaggio. Allertati dai carabinieri i centri medici

Largo Indipendenza, nel centro di Botrugno

Un travagliato risveglio ha agitato le tranquille giornate di Botrugno, piccolo centro nell'entroterra salentino, che si divide tra la Terra d'Otranto e il Capo di Santa Maria di Leuca: sembrerebbe che la scorsa notte, la scuola media comunale sia stata teatro di razzie da parte di vandali senza nome e senza alcuna identità. Le conseguenze dell'inaspettata visita notturna, al momento, sembrano ridursi a qualche suppellettile rovinata, ma di certo la paura e lo sgomento sono freneticamente ripiombate negli animi dei cittadini, che hanno a più riprese sollevato presso l'amministrazione locale la questione della sicurezza.

Già da quest'estate un vasto fenomeno di visite indesiderate ad abitazioni private aveva turbato la serenità proverbiale della comunità botrugnese: il fenomeno, però, appariva come una sparuta e delimitata "piaga di stagione" e, tolto qualche episodio controverso, il paese ha vissuto sempre nella più assoluta pace. In un periodo in cui le scuole sono spesso epicentri di violenze di ogni tipo, questo fatto ha destato non poca preoccupazione tra gli abitanti.

Gli inquirenti sono già all'opera dalle prime ore del mattino e si chiedono se quella di questa notte sia solo una bravata di cattivo gusto da parte di giovani, un po' sopra le righe, o se dietro allo spiacevole accaduto, si celi qualche atto intimidatorio. Se fosse vera la seconda ipotesi, sarebbero ancora da ricercarsi i destinatari di tali intimidazioni. Per ora tutto tace in questo senso e i carabinieri mantengono il più assoluto riserbo. Ma filtra la notizia di un retroscena abbastanza particolare dietro all'episodio notturno: pare che gli ignoti assalitori abbiano lasciato tracce di sangue all'interno della struttura scolastica, cercando poi alla buona di disinfettarsi con i medicinali trovati sul luogo, nelle cassette di pronto soccorso; segno di qualche colluttazione goliardica tra componenti della stessa cricca o dimostrazione di eccessiva disattenzione?


Fatto sta che proprio da questo indizio si avviano le ricerche dei responsabili da parte dei carabinieri di zona: i centri medici sono all'ertati nel caso dovesse farsi vivo, nelle prossime ore, qualche strano caso di anomala richiesta di vaccino antitetanico. Per ora la cosa certa è solo una: che la vita della scuola media deve necessariamente andare avanti, nonostante il travaglio di questo incidente, con la speranza che almeno l'incolumità e la sicurezza dei ragazzi, che la frequentano quotidianamente, non siano mai messe in discussione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Devastano la scuola e si feriscono: tracce di sangue

LeccePrima è in caricamento