Cronaca

Deve scontare dieci anni per associazione mafiosa, portato in carcere

I carabinieri della stazione di Squinzano hanno eseguito un'ordinanza di sostituzione dei domiciliari per Mario Conte

SQUINZANO – Deve scontare una pena di dieci anni e mezzo di reclusione perché ritenuto colpevole di associazione di tipo mafioso e spaccio di stupefacenti. In carcere è finito Mario Conte, 36enne originario di  San Pietro Vernotico, ma residente a Squinzano, detto “Pui pui”.

CONTE Mario-2I carabinieri della stazione localo hanno dato nelle scorse ore esecuzione a un’ordinanza che sostituisce gli arresti domiciliari con la custodia cautelare in carcere, emessa dalla procura generale presso la corte d’appello di Lecce. I fatti contestati sono avvenuti fra il 2010 e il 2012 fra Andria, Squinzano, San Pietro Vernotico e Campi Salentina. Conte ora si trova nella casa circondariale di Lecce.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Deve scontare dieci anni per associazione mafiosa, portato in carcere

LeccePrima è in caricamento