Cronaca Corigliano d'Otranto

Devono ricoverarlo, il 118 chiama i carabinieri e lui reagisce con violenza

E' successo ieri pomeriggio a Corigliano d'Otranto. Due militari sono rimasti contusi, un 35enne è stato denunciato a piede libero

CORIGLIANO D’OTRANTO – Violenza e resistenza a pubblico ufficiale. Sono i reati contestati a M.E., 35enne di Corigliano d’Otranto. I carabinieri della stazione locale, intorno alle 18 di ieri,  sono intervenuti pressi l’abitazione dell’uomo su richiesta del 118. Si doveva procedere, infatti, al ricovero coatto poiché in preda a un forte stato d’agitazione psicofisica.

I militari, nel tentativo di immobilizzarlo in sicurezza, visto che si divincolava con forza, sono stati anche costretti a usare le manette. Questo perché si è scagliato con forza contro di loro, ma anche per evitare atti di autolesionismo. Nelle concitate fasi, i militari sono rimasti anche contusi, tanto da farsi visitare in ospedale, presso il pronto soccorso dell’ospedale “Santa Caterina Novella” di Galatina.

Uno ha riportato un trauma contusivo al ginocchio sinistro e all’avambraccio destro, con piccole escoriazione sul viso, l’altro un trauma alla spalla destra e al ginocchio sinistro. Nonostante le lesioni, i militari hanno comunque ripreso subito dopo il regolare servizio. Mentre per il 35enne, oltre al trattamento sanitario, sono arrivate anche le contestazioni penali.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Devono ricoverarlo, il 118 chiama i carabinieri e lui reagisce con violenza

LeccePrima è in caricamento