rotate-mobile
Domenica, 14 Agosto 2022
Richiesta accolta dal gip / Nardò

Difformità nell’area del lido: scattano i sigilli sul litorale di Torre Squillace

I militari della guardia costiera hanno eseguito il provvedimento di sequestro preventivo richiesto dalla procura per un’area dello stabilmento balneare Acqua Azzura. Dopo i controlli contestate alcune anomalie nella realizzazione di pedane e passerelle

NARDO’ - L’attività di controllo sul demanio marittimo, avviata già di diverse settimane, ha portato ad un nuovo provvedimento di sequestro preventivo per una struttura balneare a Torre Squillace, lungo il litorale tra Nardò e Porto Cesareo.

I militari della capitaneria di porto di Gallipoli hanno infatti posto i sigilli in parte della struttura dello stabilimento balneare “Acqua Azzurra Beach” in esecuzione del provvedimento di sequestro penale autorizzato dal gip, Angelo Zizzari, su richiesta della procura di Lecce.          

Il provvedimento è stato eseguito questa mattina ed è scaturito a seguito dei controlli sul litorale effettuati dal personale della guardia costiera dell’ufficio locale marittimo di Torre Cesarea.

IMG-20220707-WA0015-3

Dalle verifiche nell’ambito dell’area data in concessione sarebbero emerse alcune difformità di natura edilizia e relative a pedane e camminamenti realizzati, secondo le ipotesi accusatorie, in difformità rispetto a quanto autorizzato dagli enti competenti. Per adempiere ad ulteriori accertamenti la procura ha richiesto il sequestro dell’area che il giudice per le indagini preliminari ha ora concesso.

A seguito dell’esecuzione del provvedimento i titolari del lido, in attesa di chiarire la questione tramite i propri legali, hanno dovuto comunicare l’annullamento dell’evento previsto per domani, 8 luglio, nell’ambito del calendario estivo.      

    

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Difformità nell’area del lido: scattano i sigilli sul litorale di Torre Squillace

LeccePrima è in caricamento