rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Cronaca Zollino

Rogo sulla ferrovia ferma il treno. Ma i bus sostitutivi arrivano solo dopo 4 ore: passeggeri in rivolta

Disagi e proteste, nel primo pomeriggio di venerdì, nella stazione di Zollino: i viaggiatori hanno dovuto pagare di tasca propria i taxi per raggiungere Lecce e non perdere le coincidenze con altri mezzi Trenitalia. Lo scalo zollinese non è fornito di bar o macchinetta per le bevande, nonostante le temperature elevate

ZOLLINO – Assieme al rogo, “divampa” anche la rivolta dei passeggeri del treno. Tutto è cominciato nel primo pomeriggio di venerdì, nella stazione di Zollino, quando un convoglio delle Ferrovie Sud Est, proveniente da Gallipoli e diretto a Lecce, ha dovuto terminare il viaggio in anticipo con una serie di disservizi a cascata. Un incendio di sterpaglie, partito lungo la ferrovia, ha infatti costretto i vigili del fuoco a un intervento, bloccando di conseguenza il transito del mezzo.

I passeggeri sono stati fatti scendere nello scalo zollinese, ma in tanti di loro erano diretti verso la stazione del capoluogo salentino, per le coincidenze coi veicoli di Trenitalia, alla volta di altre regioni. Immediata la protesta dei malcapitati, scagliatisi contro il personale della società dei trasporti, tanto da dover far sopraggiungere i carabinieri nonostante la chiamata del capotreno ai colleghi delle Fse per richiedere il servizio sostitutivo su gomma.

Nel frattempo, la maggior parte dei passeggeri si è attrezzata autonomamente, con soldi di tasca propria, pagando i taxi per raggiungere Lecce. Il servizio dei bus sostitutivi è stato infatti avviato soltanto dopo quasi quattro ore: dalle 15,30 circa – orario in cui il treno si è fermato in stazione a Zollino - le corriere sono giunte alle 19,30. Come riferito in un nostro reportage di alcuni settimane fa, la stazione di Zollino è sprovvista di una macchinetta erogatrice di bevande e, in zona, non vi sono bar. Gli animi, viste le temperature elevate delle ultime ore, si sono così ancora più infuocati. Uno scenario che rischia ora di replicarsi se si pensa all’allerta incendi già da ”codice rosso” nel Salento. Proprio poche ore addietro, a causa delle sterpaglie a fuoco sul ciglio di una provinciale, la scarsa visibilità - assieme al fumo che ha invaso la via - ha provocato un grave incidente frontale fra due auto.

LeccePrima è anche su Whatsapp. Seguici sul nostro canale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rogo sulla ferrovia ferma il treno. Ma i bus sostitutivi arrivano solo dopo 4 ore: passeggeri in rivolta

LeccePrima è in caricamento