menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di repertorio.

Foto di repertorio.

Assembramenti in attesa dei processi, l’Osservatorio penale segnala disagi in tribunale

La segnalazione da pare del coordinatore dell’Osservatorio del Consiglio dell’ordine degli avvocati: “Processi fissati in modo generico con due sole fasce orarie”

LECCE – Ancora disagi in tribunale. A segnalarlo, questa volta, Silvio Verri, coordinatore dell’Osservatorio penale del Consiglio dell’ordine degli avvocati, puntando il dito contro le difficoltà quotidiane che i legali incontrano nello svolgimento del proprio lavoro sin dall’inizio della pandemia in corso. Attività professionale che per la categoria richiede necessariamente la presenza fisica in tribunale per partecipare alle udienze e consultare fascicoli.

“Grazie alla collaborazione di tutti ed alla continua interlocuzione con la presidenza del tribunale, nel palazzo di Viale de Pietro, la situazione è in genere tranquilla, ma devo rilevare che in alcuni casi si verificano ancora disagi e disfunzioni non accettabili. Nella mattinata odierna, ad esempio, innanzi al Tribunale monocratico i processi erano fissati in modo generico con due sole fasce orarie, senza una scansione temporale precisa. In tal modo, tutti gli avvocati interessati ai processi di una fascia oraria sono stati costretti ad attendere all'interno dell'aula, in numero ben superiore alla capienza prevista. In altri casi, poi, è accaduto che i colleghi siano stati costretti ad assembrarsi in attesa fuori dall'aula, mentre all'interno l'udienza si svolgeva in sicurezza”, scrive in una nota Verri.

“Entrambe queste situazioni denotano scarsa considerazione nei confronti dei difensori, nonché delle precise disposizioni in materia emanate dal presidente del Tribunale. Come ha sempre fatto, quindi, il Consiglio dell'ordine richiamerà l'attenzione su simili fatti, rivendicando maggiore rispetto per gli avvocati”, conclude.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento