Cronaca

Immensa cava dismessa con rifiuti, chiesta la convalida del sequestro

I sigilli apposti nei giorni scorsi dalla polizia provinciale. Si vaglia anche la posizione del Comune di Copertino

Foto di Antonio Quarta.

COPERTINO – In località “La Torre”, agro di Copertino, sulla direttrice per Santa Barbara, frazione di Galatina, c’è una cava. Ampia, recintata, occupa oltre 20mila metri quadrati.

E’ una discarica ormai dismessa, di proprietà di una ditta. E dentro sono stati trovati rifiuti di vario genere. All’occhio nudo sono stati invisibili fin quando il clima è rimasto secco.

Erano, in sostanza, per buona parte interrati. Le recenti piogge, però, hanno allentato il terreno. Che così ha iniziato a vomitare di tutto: dai residui di plastica, a quelli di vetro, fino ai rifiuti solidi urbani.

L’ennesimo sito inquinato di un Salento sotto il quale pullulano chissà quanti altri “scheletri”. Sono stati alcuni agenti della polizia provinciale a scoprire i rifiuti durante un pattugliamento del territorio. Facendo scattare i sigilli. Un sequestro preventivo per il quale, oggi, il pubblico ministero Paola Guglielmi ha chiesto la convalida. Dovrà esprimersi al più presto il giudice per le indagini preliminari.

Il titolare della ditta è formalmente indagato, ma gli accertamenti della Procura vanno avanti per capire le eventuali responsabilità di terzi. In particolare, potrebbe essere vagliata la posizione del Comune. Per questo sono in via d’acquisizione vari documenti.  Va rilevato, infatti, che tale area è stata usata fino 1998 proprio dal Comune di Copertino. Dopodiché, nel momento della fine del suo utilizzo, si sarebbe dovuto provvedere alla classificazione della tipologia di rifiuti.

L’ipotesi di reato per la quale è scattata la denuncia nei confronti del proprietario è di gestione di rifiuti non autorizzati. Le prossime indagini stabiliranno se vi siano addebiti per altri soggetti e se la posizione dello stesso titolare della ditta debba essere archiviata o meno.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Immensa cava dismessa con rifiuti, chiesta la convalida del sequestro

LeccePrima è in caricamento