Cronaca

Montagna di rifiuti senza mai una bonifica: sequestrati 25mila metri cubi di rifiuti

I carabinieri dei nucleo operativo ecologico già nel 2008 avevano "sigillato" un'area limitrofa alla darsena dove sono è stato stipato il materiale recuperato durante il dragaggio del canale d'accesso. Le indagini sono tutt'ora in corso

SAN CATALDO (Lecce) – Sequestro preventivo dei carabinieri del nucleo operativo ecologico di Lecce, diretti dal maggiore Nicola Candido, in un’area demaniale nei pressi della darsena di San Cataldo. I militari sono tornati nel luogo già “sigillato” nel 2008: un tratto di 2mila metri quadrati sul quale erano stati stipati 25mila metri cubi di rifiuti costituiti da alghe, sabbia, plastica, pneumatici, vetro, batterie esauste, tutto ritenuto materiale proveniente dal dragaggio del canale che consente l’accesso al locale porticciolo.

Ma dopo il primo sequestro non risulta che l’area sia stata mai bonificata ed è per questo che si sono accumulati, oltre ai rifiuti recuperati già nel 2008, quelli delle bonifiche del canale condotte a partire dall'anno successivo. Le indagini, per accertare eventuali responsabilità, sono in corso; il reato ipotizzato è quello di gestione illecita di rifiuti pericolosi e non. Alla ricerca di riscontri i carabinieri hanno già acquisito documenti presso i competenti uffici del Comune di Lecce. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Montagna di rifiuti senza mai una bonifica: sequestrati 25mila metri cubi di rifiuti

LeccePrima è in caricamento