menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di repertorio

Foto di repertorio

Documenti e libretti di circolazione contraffatti per “scroccare” assicurazione altrui: scoperti

Cinque individui, tutti provenienti da altre regioni, denunciati dai carabinieri di Lecce, a seguito del racconto della vittima. Due individui in manette per vecchi reati

LECCE – In cinque nei guai, a seguito della segnalazione di un 42enne e del legale rappresentante di una compagnia assicurativa. Si tratta di R. V., 73enne napoletano; E.C., 38enne di Marano; M.G., 38enne di Casoria; L.P., 54enne di Monfalcone e A.E., 34enne di Napoli. I cinque, utilizzando falsi documenti di identità e carte di circolazione contraffatte, intestati falsamente alla vittima, attivavano polizze auto su rispettive vetture di proprietà, facendole risultare stipulate in luoghi a bassa incidentalità e in prima classe di merito.

Una strategia  per eseguire pagamenti di premi assicurativi minori rispetto a quelli previsti per il luogo di effettiva residenza dei proprietari. I carabinieri della stazione di Lecce principale hanno scoperto il raggiro ed eseguito l’indagine.

A Soleto, invece, Antonio Mandorino, un 49enne di Galatina, è finito in manette. Già sottoposto al regime della detenzione domiciliare per atti persecutori, è stato trasferito nel carcere di Lecce su disposizione del gip presso il Tribunale di Lecce. Infine a Monteroni di Lecce, Adriano Quarta, un 41enne del luogo, è stato ristretto ai domiciliari: dovrà espiare una pena residua di otto mesi di  reclusione e versare oltre 3mila euro di multa per vecchi reati.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento