Cronaca

Dodici colpi tra furti e rapine, dieci anni di carcere

Alessio Spedicato, 25enne di Arnesano, è stato condannato dal gup Vincenzo Brancato. Il pubblico ministero Giuseppe Capoccia aveva invocato una pena a sette anni di carcere. Messi a segno dodici colpi

2-132

LECCE - Condannato a dieci anni di reclusione Alessio Spedicato, 25 anni di Arnesano. Il gup Vincenzo Brancato, innanzi al quale si è svolto il rito abbreviato, gli ha inflitto una pena superiore rispetto ai sette anni chiesti dal pubblico ministero Giuseppe Capoccia. Il giovane è stato ritenuto responsabile di ben dodici furti aggravi, di cui sei tentati, perpetrati ai danni di esercizi commerciali tra settembre e novembre 2009 nella zona del nord Salento. Leverano, Novoli, Magliano, ma anche Lequile e San Cesario. I colpi sarebbero stati messi a segno ai danni di esercizi commerciali, soprattutto farmacie ma anche supermercati, bar, ed il garage di un'abitazione privata. Gli inquirenti gli contestano anche due rapine, di cui una tentata. Quella consumata si è verificata il 2 novembre dello scorso anno ai danni di una tabaccheria di Magliano.

Sventata, invece, quella ai danni della filiale di Veglie della Banca popolare pugliese del 5 ottobre 2009. Quanto emerso dalle indagini dei carabinieri della compagnia di Campi Salentina e della squadra mobile di Lecce, ha così spinto il pubblico ministero Giuseppe Capoccia a chiedere l'ordinanza di custodia cautelare, che è stata poi emessa dal gip Ines Casciaro. Le forze dell'ordine però non hanno dovuto condurlo in carcere poiché dietro le sbarre Spedicato ci stava già da un po'. Esattamente dal 30 gennaio, ossia da quando i carabinieri gli strinsero le manette ai polsi dopo una rocambolesca fuga. Quella sera, Spedicato insieme ad un altro complice di nazionalità albanese mise a segno due rapine, tentandone una terza.


La prima ai danni della farmacia di Villa Convento, nel corso della quale l'impiegato si vide puntare contro un fucile; da lì i due partirono alla volta di Lecce, dove portarono via appena 80 euro da un tabacchino di via Diaz. Sfumato, invece, il colpo al supermercato di San Cesario Penny Market. Il giovane era difeso dall'avvocato Angelo Vetrugno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dodici colpi tra furti e rapine, dieci anni di carcere

LeccePrima è in caricamento