Minacce e stalking alla ex nonostante processo in corso per lesioni. Torna ai domiciliari 50enne

L’incubo per una donna leccese era cominciato nel 2014, quando aveva interrotto la relazione col suo coetaneo. Quest’ultimo le ha provocato lesioni al capo, e l’ha minacciata in numerosi episodi anche davanti al figlio minore. Gli agenti della squadra mobile lo hanno ristretto nuovamente alla misura cautelare

Foto di archivio

LECCE- Nonostante il processo penale in corso a suo carico, e i divieti a cui era sottoposto, non ha esitato a maltrattare ancora la sua ex compagna. Torna ai domiciliari l’ex marito molesto. Dopo anni di maltrattamenti continui fatti di offese, anche rivolte in pubblico, atteggiamenti autoritari, violenze fisiche sfociate anche in alcune lesioni al capo procuratele da una testata, il suo aguzzino è tornato alla carica.

Gli agenti della squadra mobile di Lecce hanno, infatti, arrestato l’uomo, su disposizione della Procura della Repubblica di Lecce, dopo aver considerato la pericolosità sei suoi atteggiamenti recidivi. Tutto era cominciato lo scorso anno, quando una 50enne di Lecce aveva deciso di interrompere, nel mese di settembre, la relazione con il suo coetaneo.

Da quella rottura sono partite le minacce nei confronti della donna e anche al figlio della coppia, per un totale di almeno cinque episodi concentrati tra marzo e settembre del 2014. Nonostante la relazione fosse stata interrotta, l’uomo ha continuato con il suo comportamento minaccioso, violento, oltraggioso, con i suoi continui appostamenti e pedinamenti condotti anche sul posto di lavoro.

E non è tutto:  non ha risparmiato alla vittima anche telefonate quotidiane e messaggi, suonando al campanello di giorno e di notte, rendendo alla ex compagna la vita difficile e procurandole anche uno stato d’ansia permanente. Fino a quando, il 3 ottobre, era stata emessa un’ordinanza di custodia cautelare degli arresti domiciliari. La misura è stata successivamente sostituita con quella del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla persona offesa. Ma neppure questa misura ha fatto desistere il 50enne. Il 3 settembre, il 23 settembre ed il 20 ottobre di quest’anno, la donna è stata costretta a rivolgersi di nuovo alla polizia: l’ex compagno, noncurante del divieto, ha continuato nella sua condotta.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Per Emiliano la riconferma alla guida della Regione: ampio vantaggio su Fitto

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

  • Coronavirus: 50 nuovi in Puglia, 6 in provincia di Lecce. E un positivo al voto a Nardò

  • Furgone sbanda, finisce contro l’albero e prende fuoco: un ragazzo in coma

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento