Sabato, 31 Luglio 2021
Cronaca Via Vittorio Veneto

Mise a segno un colpo nel 2010. Sconterà una pena di 28 mesi

Vincenzo Sarinelli, responsabile di una rapina in una sala giochi, due anni addietro, è stato ristretto ai domiciliari. Resterà nel carcere Borgo San Nicola, invece, Cosimo De Luca, accusato anche di ricettazione e spaccio

Foto di repertorio

SQUINZANO - Dovrà scontare due anni e quattro mesi di arresti domiciliari, per aver commesso una rapina, nel mese di dicembre 2010, ai danni della sala giochi "Las Vegas" di Squinzano, in via Vittorio Veneto.

Si tratta di Vincenzo Sarinelli, 40enne originario di San Pietro Vernotico. L'uomo fu arrestato in quasi-flagranza, a seguito di una fulminea indagine, condotta dai carabinieri del posto.

Nella serata di lunedì, i militari della stazione di Squinzano hanno proceduto all’esecuzione dell'ordine di carcerazione. Più pesante, invece,  la pena che dovrà scontare  Cosimo De Luca, il quale resterà, infatti,  in carcere per sei anni e mezzo. Diverse le pene che si sono accumulate nei suoi riguardi. Tra il 2008 e il 2011 è stato denunciato per reati diversi: ricettazione, rapina e detenzione ai fini di spaccio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mise a segno un colpo nel 2010. Sconterà una pena di 28 mesi

LeccePrima è in caricamento