Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cronaca Via Ugo Foscolo

Donna incinta chiede l'elemosina al semaforo e si finge minorenne, denunciata

Falsa attestazione sull'identità a pubblico ufficiale e false dichiarazioni su qualità personali, sono i reati di cui dovrà rispondere una ragazza romena. Fermava i passanti, sono intervenuti gli agenti, ha cercato di raggirarli

 

LECCE – Agli agenti che l’hanno fermata per un controllo, anche dopo diverse segnalazioni di automobilisti, ha dichiarato di essere minorenne. E’ bastato un controllo sui terminali per scoprire che stava dicendo il falso e per questo M.E.C., 19enne, romena, è stata denunciata a piede libero. Risponde di falsa attestazione sulla propria identità a pubblico ufficiale e false dichiarazioni su qualità personali.

La donna, che risiede in provincia di Lecce, e che peraltro è in stato di gravidanza, alle 10,30 di ieri mattina, è stata bloccata in viale Ugo Foscolo dagli agenti, che l’hanno notata mentre fermava le auto al semaforo, chiedendo soldi. Una forma di accattonaggio anche piuttosto insistente, nei confronti di anziani, famiglie, turisti. I poliziotti hanno quindi deciso di intervenire. Le sono stati richiesti i documenti d’identità, ma a quanto pare, non solo addosso non ne aveva, ma ha poi sostenuto di non aver ancora compiuto 18 anni.

I poliziotti l’hanno così accompagnata in questura, per identificarla. E qui ha compilato una dichiarazione, sottoscritta, in cui ha specificato di essere maggiorenne. Insomma, ha cambiato ancora una volta le carte in tavola. Vista la situazione, è stata sottoposta ai rilievi foto-dattiloscopici presso il gabinetto di polizia scientifica di Lecce. E’ emerso che in precedenza era già stata foto segnalata, con un’età da maggiorenne. Alla luce di tutto ciò, sono scattate le denunce penali. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Donna incinta chiede l'elemosina al semaforo e si finge minorenne, denunciata

LeccePrima è in caricamento