Dopo essersi appropriato dell'auto della ex la mette in vendita, condannato

Tre anni e dieci mesi per un 48enne al centro di una complessa vicenda giudiziaria. Secondo la difesa non vi è stato illecito

LECCE – Si sarebbe impossessato dell’auto dell’ex convivente, una Fiat Punto, e dopo aver cercato di farsi consegnare mille euro dalla legittima proprietaria, l’avrebbe venduta alla vigilia di Natale del 2012 a degli ignari acquirenti per la cifra di mille e 500 euro. Protagonista della curiosa vicenda un 48enne di Aradeo, A.M., nome già noto alle cronache, assistito dall’avvocato Massimo Bellini.

A dare avvio alle indagini è stata la denuncia della proprietaria dell’autovettura. La Procura ha ipotizzato nei confronti dell’uomo i reati di furto, tentata e estorsione e truffa. Nel corso del processo la difesa dell’imputato ha consegnato l’atto di compravendita dell'auto con firma della persona offesa, autenticata da un funzionario del Comune di Trepuzzi prima della denuncia.

Una tesi che però non ha trovato riscontro nel giudice Sergio Tosi, che ha condannato l’imputato a 3 anni e dieci mesi di reclusione e 300 euro di multa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Agguato in autostrada ai tifosi del Lecce: un mezzo dato alle fiamme

  • Fuoristrada sospetto: nel doppiofondo della barca mezza tonnellata di droga dall’Albania

  • Psicosi da Covid-19: falso allarme, ma treno bloccato in stazione a Lecce

  • Rapina un uomo per una collana, ma a 100 metri ci sono i carabinieri: presa

  • Malore alla guida, schianto sullo spartitraffico: 25enne in codice rosso

  • Vende l’auto a una donna, poi pretende altri soldi: militari gli tendono un tranello

Torna su
LeccePrima è in caricamento