Sabato, 18 Settembre 2021
Cronaca Salice Salentino

Dopo furto, entrano nello stesso negozio della vittima

Salice: è così che quattro persone, due donne brindisine ed i loro compagni di Leverano, si sono fatte acciuffare dai carabinieri. Segnalata targa e auto, sono stati rintracciati e poi denunciati

cc_leverano

SALICE SALENTINO - Questo pomeriggio, a Salice Salentino, i carabinieri della stazione locale hanno denunciato a piede libero due coppie di coniugi. Si tratta di due sorelle brindisine, compagne di due leveranesi, tutti tra i 30 e i 40 anni (i due, già noti alle forze dell'ordine). I quattro si sarebbero resisi responsabili del furto di un borsello dall'autovettura di un sottufficiale della marina che aveva poco prima posteggiato l'auto in via Maria Sristina di Savoia, per recarsi da un ferramenta.

I quattro, forse per destare meno sospetto, dopo essersi impossessati del borsello riposto nella Renault Scenic incustodita, sono entrati a loro volta nel negozio. Decisione poco avveduta, visto che lo stesso proprietario ha notato i quattro allontanarsi a bordo di un'auto, con il suo borsello, ed ha contattato la stazione dei carabinieri di Salice Salentino. I militari, annotata una breve descrizione dei malfattori e il numero di targa dell'auto usata per la fuga, sono riusciti ad individuarli a Leverano. Vistisi alle strette, i quattro hanno consegnato la refurtiva, restituita al legittimo proprietario.


E sempre a Leverano, la scorsa notte, in via D'Azeglio e in via Machiavelli, ignoti, dopo aver forzato la porta d'ingresso, si sono introdotti in due abitazioni, rubando vari monili in oro. Il danno arrecato è in corso di quantificazione e non coperto da assicurazione. Indagini a curate dei carabinieri della stazione locale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo furto, entrano nello stesso negozio della vittima

LeccePrima è in caricamento