Domenica, 25 Luglio 2021
Cronaca

Dopo oltre tre mesi in carcere torna a casa il comandante arrestato per eroina

Accolta l'istanza del legale che difende Cosimo Damiano Montinaro, 51enne, il capo della municipale ai primi di settembre con oltre tre chilogrammi di "brown sugar" insieme con un 28enne albanaese. L'uomo passa ai domiciliari

LECCE – Cosimo Damiano Montinaro, 51enne, il comandante della polizia municipale di San Donato di Lecce, arrestato dalla guardia di finanza per traffico di eroina, torna a casa dopo tre mesi e venti giorni di carcere. Il gip Giovanni Gallo, infatti, ha accolto l’istanza presentata dal suo legale, l'avvocato Carlo Gervasi. Montinaro passa quindi agli arresti domiciliari.

Era il 2 settembre quando i finanzieri Gruppo operativo antidroga, sequestrarono tre chili e mezzo di "brown sugar". Una parte della sostanza stupefacente era nascosta proprio nell'automobile del dirigente della municipale del comune a pochi chilometri dal capoluogo, il resto nella sua residenza estiva, a Roca, marina di Melendugno.

Montinaro, durante l’udienza di convalida, spiegò al gip di essere stato costretto dagli ingenti debiti contratti a trasformarsi in un corriere della droga. Debiti che avrebbe accumulato attraverso prestiti degli usurai. Il comandante disse anche che il carico con il quale fu trovato era almeno il quinto effettuato nel tempo.

Il 51enne, nei suoi viaggi, si sarebbe recato anche a Napoli, Ostuni e Modugno, trasportando in un'occasione, fino cinque chilogrammi di droga. Dicendosi disposto a collaborare con gli inquirenti, spiegò anche di essere stato solo una sorta di collaboratore di un albanese che fu bloccato, nell’occasione, insieme con lui, il 28enne Edmont Beshaj. Quest’ultimo si avvalse della facoltà di non rispondere.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo oltre tre mesi in carcere torna a casa il comandante arrestato per eroina

LeccePrima è in caricamento