Cronaca

Doppia bancarotta per un imprenditore. Scatta denuncia

Un imprenditore travasava capitali da una ditta propria a quella condivisa con alcuni soci, a mo' di vero e proprio istituto di credito. Ora denunciato per bancarotta fraudolenta e documentale

Immagine_004-43

ZOLLINO - Si muoveva nel doppio solco di una società individuale ed una s.r.l. rimpallando capitali da una all'altra, rimpolpando le casse ora dell'una, ora dell'altra. Fino a quando i finanzieri della tenenza di Maglie lo hanno scoperto e denunciato, ritenendolo responsabile di bancarotta fraudolenta e documentale.

L'uomo, un sessantenne della zona, rappresentante legale e, allo stesso tempo socio, di una azienda di capitali operante nell'ambito della progettazione ingegneristica,, è finito dunque nei guai per il doppio reato: creava infatti debiti ad hoc, svuotando le casse della società srl. Con questo modus operandi, la ditta restante diventava automaticamente creditrice. Entrambe le imprese, però, facevano capo a se stesso.


Quello che hanno scoperto le fiamme gialle è un vero e proprio istituto di credito messo in piedi dall'uomo. L'accusa nei suoi confronti, oltre a quella di bancarotta fraudolenta, riguarda anche le irregolarità documentali: ammonta infatti a circa 350 mila euro la somma in attivo che il sessantenne avrebbe omesso dal carteggio di bilancio presentato al momento della dichiarazione di fallimento. Informazioni volutamente omesse, per impedire la ricostruzione del suo volume d'affari.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Doppia bancarotta per un imprenditore. Scatta denuncia

LeccePrima è in caricamento