Cronaca Via per Caprarica

Svaligiano il panificio due volte in 48 ore. Poi abbandonano l’auto rubata

Sarebbero del Brindisino, questa l'ipotesi dei carabinieri, i ladri che hanno colpito un punto vendita a Cavallino. Malviventi nuovamente in azione in un istituto di Lecce

Foto di repertorio

CAVALLINO – Due furti, in poche ore, ai danni dello stesso esercizio commerciale. E’ avvenuto a Cavallino, sia nella scorsa notte, sia 48 ore prima. Alcuni malviventi, diversi dettagli lasciano pensare agli inquirenti che ad agire siano stati gli stessi, si sono introdotti nel punto vendita di un panificio, “Nonno Felice”, sulla strada che dal comune messapico conduce a Caprarica.

Nel primo episodio, i ladri hanno dapprima rubato una vecchia Fiat Tipo da un residente della zona, per poi entrare nel locale che ospita l’attività. Hanno utilizzato uno dei due ingressi, quello posto sulla parte posteriore dell’immobile, dopo aver scardinato la serratura di un infisso in alluminio. Una volta all’interno, hanno portato via il registratore di cassa, contenente denaro non quantificato. Poi, durante la fuga, hanno abbandonato l’auto su una piazzola di sosta della statale 613, all’altezza di Surbo. Un elemento che ha portato i carabinieri a sospettare la “Pista brindisina”. La stessa che, probabilmente, potrebbe essere valida anche nel furto messo a segno nelle ultime ore.

Stessa modalità per accedere al negozio. Poi, una volta dentro, i malviventi si sono diretti al banco frigo, svuotandone gli alimenti per un importo totale ancora sconosciuto, ma che dovrebbe aggirarsi attorno ai 600 euro. Sul posto, in entrambi gli episodi, i carabinieri della stazione di Cavallino, diretti dal maresciallo Riccardo De Bellis. Gli investigatori dell’Arma hanno ascoltato il gestore del punto vendita e cercato le videocamere di sorveglianza installate nell’isolato. Sempre nelle ultime ore, inoltre, i ladri hanno nuovamente preso di mira le macchinette dell'Istituto tecnico industriale "Enrico Fermi" di Lecce, in via Merine, già colpito i primi giorni di ottobre. In quell'occasione, gli apprecchi "ripultii" furono almeno cinque.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Svaligiano il panificio due volte in 48 ore. Poi abbandonano l’auto rubata

LeccePrima è in caricamento