Domenica, 20 Giugno 2021
Cronaca

Doppio riconoscimento alle fondatrici di "Salèntide"

Dopo il premio "InvFactr- Anche tu genio!", Mariangela Fanciullo e Morena Ragione, allieve della 5B dell'Istituto tecnico "Costa", hanno ricevuto l'omaggio del sindaco di Lecce per la "città virtuale"

2-196

LECCE - Potrebbe persino diventare il luogo del sud più popoloso degli ultimi sessanta anni. É il 98° Comune del Salento, appena istituito. Con tanto di sindaci, al plurale, proprio così, e assessori.

Ma tutto, rigorosamente virtuale. Si chiama Salèntide, ed è un nuovo cyber-villaggio che è valso il premio per la migliore invenzione al femminile alle progettiste salentine, Mariangela Fanciullo e Morena Ragione, entrambe studentesse nell'attuale 5B dell'istituto tecnico "Costa" di Lecce.

Ritirato nello "Spazio Europa" della capitale lo scorso 9 settembre, l'omaggio alle due diciottenni è stato assegnato scegliendo tra decine di invenzioni provenienti da tutte le scuole d'Italia e presentate nell'ambito dell'iniziativa InvFactor- Anche tu genio, un concorso indetto dall'Istituto di ricerche sulla popolazione e le politiche Sociali del Cnr-Irpps e rivolto ai giovani "archimede" d'Italia under 20.

Il progetto Salèntide prevede un villaggio virtuale, ma una comunità iper reale. Una sorta di social-network sulla falsariga del più noto Facebook per consentire ai salentini sparsi nel resto delle regioni d'Italia e del mondo, la possibilità di incontrarsi in Piazza dei Miarcoli, la suggestiva agorà di Salèntide.

Ma i servizi non riguardano solo la movida virtuale e il tempo libero. A Salèntide (che vanta persino un emblema con i quattro simboli del territorio adottati da "Repubblica Salentina" e l'aggiunta di otto frecce che conducono dal centro- il Salento- in otto direzioni diverse, a rappresentare l'energia travolgente dei leccesi) è previsto infatti oltre al municipio, anche un ufficio per l'impiego.

Per offrire ai giovani emigrati leccesi l'agognato ritorno a sud. Come l'istituzione della Camera di Commercio, una ulteriore rete per aggregare le aziende del tacco e far giungere prodotti irrinunciabili come il caffè salentino o il pasticciotto direttamente dall'impresa produttrice al consumatore emigrato. E nostalgico.

L'ufficio anagrafe di Salèntide rappresenterà un'occasione per assemblare e raccogliere dati e informazioni su luoghi, origine e tipologia di lavoro dei leccesi . Che a Salèntide non verranno mai lasciati soli. Sono numerosi, infatti, gli assessorati previsti: Ennio Capasa sarà il responsabile del settore moda, mentre Flavia Pennetta è prevista alla guida dell'assessorato al tennis. Giuliano Sangiorgi sarà al timone di quello alla musica pop e Gianni Alemanno siederà sulla poltrona dell'assessorato alla gestione metropolitana. L'ufficio calcio non potrebbe essere che guidato, invece, che da Fabrizio Miccoli mentre a vestire i panni dei sindaci saranno tutti gli allievi della 5B. É il minimo.

Un altro primo cittadino, Paolo Perrone, presente questa mattina alla cerimonia di consegna delle targhe , ha espresso il suo entusiasmo ed orgoglio per la migliore invenzione al femminile riconosciuta alle due salentine. "Un'idea interessante - ha detto il sindaco - perché ci pone a confronto una realtà ed un contesto al di fuori da queste mura. Iniziative simili - ha aggiunto - servono a stimolare le fasce più giovani, senza dubbio".

"Non credo che tutti i coetanei dei ragazzi della 5B conoscano ad esempio che cosa sia e a che cosa serva la Camera di Commercio. Un altro aspetto, non meno importante, è il senso di 'salentinità' in termini positivi. Non nell'accezione di terra del'autoesclusione, bensì come autoaffermazione e conferma della propria identità. Sono soddisfatto - ha concluso - che l'estro di Giuliano Sangiorgi o di Ennio Capasa non sia bastato a far recidere a questi esponenti del mondo dell'arte, il cordone ombelicale con la propria terra", ha concluso il sindaco di Lecce".

Più che soddisfatti tutti i docenti dell'istituto Costa, l'insegnante di informatica che ha seguito le due vincitrici e lo stesso dirigente scolastico, Nicola Greco. "I ragazzi di questa età ci stanno ormai surclassando. Sono in grado di accorciare le distanze attraverso le tecnologie riportando Lecce ancora una volta sotto i riflettori", ha affermato.


Mariangela Fanciullo e Morena Ragione, le protagoniste di questa avventura, hanno l'aspetto di due ragazze semplici e umili. "Che cosa avete provato, soddisfazione a parte, nell'aver riscosso un riconoscimento nazionale tutto al femminile? Che cosa vi augurate per il futuro che vi vedrà donne?". Non vi è alcuna esitazione negli occhi di questi due geni: "Speriamo di continuare con altre invenzioni simili. E che le ragazze, puntino alla scienza e alla cultura, invece di far leva su altro". X-Factor? No, grazie. Meglio Inv-Factor, dunque.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Doppio riconoscimento alle fondatrici di "Salèntide"

LeccePrima è in caricamento