Dosi di cocaina nascoste nell'auto e dietro un palo, per lui pena lieve

Un anno di reclusione, con pena sospesa, per un 23enne di Taviano che ha patteggiato la condanna chiudendo i conti con la giustizia

LECCE – A tradirlo, in quella calda serata di metà giugno, fu il nervosismo palesato alla vista dei carabinieri di Gallipoli. Un atteggiamento che portò i militari a perquisire l’autovettura su cui viaggiava M.M., un 23enne di Taviano. Nascoste nel poggiatesta del sedile del guidatore, i carabinieri trovarono alcune dosi di cocaina, mentre altre due erano occultate nei bermuda. Fu lo stesso 23enne poi a condurre i carabinieri nei pressi di un palo dell’illuminazione pubblica in una strada della “città bella”, dove erano nascoste altre dosi di cocaina. Complessivamente furono sequestrati 17 grammi di droga.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il 23enne, assistito dall’avvocato Stefano Stefanelli, ha patteggiato una condanna a un anno di reclusione (più mille e 600 euro di multa), con pena sospesa, per detenzione di sostanza stupefacente. Il pubblico ministero e il gip Edoardo D’Ambrosio hanno ritenuto, come sottolineato dal difensore, la lieve entità e particolare tenuità del fatto. Per il 23enne è venuto meno anche l’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prima svolta, preso il presunto killer di Eleonora e Daniele

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Preso presunto assassino: fascette per torturare le vittime e un piano folle per l’omicidio

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento