menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dosi di droga e denaro in casa, dopo controllo scatta arresto per spaccio

I carabinieri della stazione di Poggiardo hanno sequestrato dosi di cocaina e marijuana e oltre 3 mila euro. Nei guai in due dopo la perquisizione

POGGIARDO - La decisione di fermare e controllare quei due soggetti, forse già da tempo tenuti d’occhio, da parte dei carabinieri della stazione di Poggiardo, si è rivelata azzeccata e proficua. Infitti dopo aver proceduto ad una prima verifica proseguita poi nell’abitazione di uno dei due i militari hanno ritrovato e sequestrato droga, un bilancio e oltre 3 mila euro ritenute proventi dell’attività di spaccio delle sostanze stupefacenti.

La perquisizione ha consentito di ritrovare, nello specifico, 60 grammi di cocaina suddivisa in diversi involucri, e anche 243 grammi di marijuana, anch’essa confezionata in modalità funzionale allo spaccio, e vario materiale utile al confezionamento delle dosi. In casa è stato altresì  rinvenuto un bilancino di precisione e la somma di 3.060 euro in contanti, ritenuti il provento della precedente attività di spaccio delle sostanze stupefacenti. Tutto il materiale, il denaro e la droga sono stati posti sotto sequestro.

Nei guai sono finiti Igor Lanzialao, 24 anni, del posto e un suo amico 34enne (di cui non sono state fornite generalità ma solo le iniziali D.M.). Per entrambi è scattato l’arresto e su disposizione dell’autorità giudiziaria i due sono stati accompagnati nel carcere di Borgo San Nicola.

Ad Aradeo invece i militari della stazione locale hanno provveduto ad arrestare Antonio Catalano, 36 anni del posto, già sottoposto al regime degli arresti domiciliari, ma più volte violati. Il nuovo arresto, infatti, si è reso necessario, in esecuzione della nuova disposizione da parte del gip, che prevedeva la custodia in carcere alla luce dell’evasione dell’uomo dagli arresti domiciliari. I militari in più occasioni avevano infatti sorpreso Catalano fuori dal suo domicilio dove invece sarebbe dovuto rimanere confinato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento