Venerdì, 23 Luglio 2021
Cronaca

Drammatico soccorso: ferito grave nel mare in burrasca

Intervento al largo della costa gallipolina per condurre in salvo Emanuele Carrozza, 35enne, con una grave frattura alla mandibola. Sul posto anche un elicottero da Brindisi. L'uomo è ora ricoverato

Gli uomini della capitaneria pronti a partire per l'intervento.

La presenza di un peschereccio vicino al luogo dell'incidente è stato manna dal cielo sul mare tempestoso di Gallipoli. Perché è partita proprio da qui, via radio, sul canale 16, della guardia costiera, la richiesta di soccorso immediato per Emanuele Carrozza, un pescatore 35enne gallipolino, a bordo di un'altra imbarcazione, il "Sant'Antonio IV", gravemente ferito durante una battuta a circa 18 miglia a Sud-Ovest dalla costa. L'uomo, come si sarebbe visto successivamente, per motivi poco chiari, forse un maroso che ha sospinto con violenza il peschereccio, ha battuto violentemente la testa: il trauma maxillo-facciale subito, in sostanza una seria frattura della mandibola, è stato catalogato in gergo medico da "codice rosso" ed è per questo che, una volta portato a riva, è stato condotto d'urgenza in ospedale da un'ambulanza del 118. Al momento è ricoverato presso il nosocomio di Gallipoli, ma non si esclude un ulteriore trasferimento nel centro specializzato di Acquaviva delle Fonti.

Il fatto è accaduto fra le 16 e le 16,20, orario, quest'ultimo, in cui è stata registrata la richiesta di soccorso. La capitaneria di porto ha assunto il coordinamento delle operazioni, particolarmente difficili sia per la gravità delle ferite, sia per le pessime condizioni del mare, che avrebbero dovuto sconsigliare un'uscita al largo. Già domenica scorsa si sono registrati due seri infortuni, uno sulla costa adriatica, ed un altro sempre sullo Ionio, in cui hanno seriamente rischiato la vita un 70enne ed una 19enne (https://www.lecceprima.it/articolo.asp?articolo=8051). Considerata la delicatezza del quadro, la guardia costiera ha disposto, insieme al 118, l'imbarco di personale medico sulla motovedetta Cp 848 che ha preso il largo per raggiungere il malcapitato, ottenendo anche l'invio di un elicottero di soccorso dell'84° Csar dell'aeronautica militare, di stanza a Brindisi, da utilizzare in caso di ulteriore peggioramento delle condizioni marittime, e che ha preso il volo intorno alle 17,30.


La motovedetta della guardia costiera, nonostante la burrasca, è riuscita ad intercettare in breve tempo il peschereccio, affiancandolo e prendendo a bordo il 35enne, subito sottoposto alle prime cure dai sanitari presenti. L'elicottero dell'aeronautica, nel frattempo, ha seguito le operazioni a circa 6 miglia dal porto di Gallipoli, atterrando presso l'elisuperficie adiacente la sede della capitaneria, per l'eventuale immediato trasferimento dell'infortunato presso la struttura ospedaliera ritenuta più idonea per il tipo di infortunio subito. Tuttavia, vista l'urgenza del ricovero (la prognosi è al momento riservata), per ora l'uomo è stato condotto nell'ospedale locale. Sull'episodio indagano i militari della capitaneria di porto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Drammatico soccorso: ferito grave nel mare in burrasca

LeccePrima è in caricamento