Sabato, 31 Luglio 2021
Cronaca Via Ascanio Grandi

Nasconde la droga nella casa abbandonata. Ma all'interno ci sono gli agenti: arrestato

Un 25enne, noto alle forze dell'ordine, è finito in manette con l'accusa di spaccio. Il personale della squadra mobile gli ha teso una trappola, in via Ascanio Grandi, zona oggetto di numerose lamentele da parte dei residenti. Sequestrati circa 180 grammi tra hashish e "maria"

Lo stupefacente sequestrato

LECCE - Cocci di bottiglie frantumate e il brusio proveniente dalla strada che strizza l’occhio all’insonnia. Un cimitero di spinelli, un bazar fatto di tutto ciò che resta del divertimento. Quello altrui, però. L’ultimo periodo è stato un concentrato di segnalazioni rivolte al personale della questura che, ormai a conoscenza dei punti nevralgici dello spaccio in città, ha disposto una serie di controlli nella zona di via Ascanio Grandi, nei pressi di uno storico locale, luogo della movida cittadina, dove di sera si formano fiumane di ragazzi, pronte a tirare tardi. Obbligando i residenti del rione a fare altrettanto.

Intorno alle ore 21,40 di venerdì, agli agenti della squadra mobile hanno notato un giovane che, a bordo di uno scooter, un Aprilia Scarabeo, di colore verde, dopo aver parcheggiato il ciclomotore, si è avvicinato ad un’abitazione abbandonata. I suoi movimenti, piuttosto circospetti e goffi, non sono sfuggiti a coloro che lo stavano tenendo, a sua insaputa, sotto osservazione.

Oltrepassando una vecchia porta della casa, praticamente divelta, ha cercato di nascondere una busta in cellophane, proprio in corrispondenza di un locale. Ma a “nascondere” ci aveva già pensato qualcuno. Due poliziotti, infatti, lo stavano attendendo.

Cogliendolo sul fatto, gli agenti della squadra mobile sono usciti da quell’alcova buia  e lo hanno afferrato per un braccio, mentre quest’ultimo tentava di divincolarsi, colpendo con calci e pugni: tutti e tre, gli uomini in divisa e  il giovane, sono persino caduti su un’autovettura lasciata in sosta nei paraggi, riportando soltanto lievi escoriazioni.

Valentino Mellone, un 25enne leccese già noto alle forze dell’ordine, è stato arrestato poco dopo, con l’accusa di detenzione di sostanze stupefacenti finalizzata allo spaccio. Ispezionato il contenuto di quel sacchetto sospetto che Mellone aveva tentato di occultare, infatti, il personale di polizia ha rinvenuto all’interno 40 dosi di marijuana e altrettante di hashish. E non è tutto. MELLONEfascia-2

Nel bauletto dello scooter utilizzato dal 25enne, sono state rinvenute ulteriori nove dosi di hashish, alle quali se ne è aggiunta un’ulteriore, nascosta nel pacchetto di sigarette del ragazzo. Il totale della droga posta sotto sequestro è di 81,7 grammi di marijuana e 99,1 di hashish. A finire nelle mani degli inquirenti, inoltre, sia il telefono cellulare di Mellone - che gli investigatori utilizzeranno per chiarire la rete di contatti del ragazzo, e i rapporti con eventuali fornitori e acquirenti - sia una somma di 40 euro, ritenuta provento dell’attività illecita.

Proprio sull’argomento, una delegazione di cittadini ha incontrato il questore del capoluogo salentino, Vincenzo Carella, per discutere su come restituire condizioni di vivibilità a quella porzione di centro storico che, per effetto della movida, durante le ore serali e notturne, sottopone i residenti al disturbo della quiete, che ora sono stanchi di quei rumori molesti e della sporcizia del giorno seguente.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nasconde la droga nella casa abbandonata. Ma all'interno ci sono gli agenti: arrestato

LeccePrima è in caricamento