rotate-mobile
Cronaca

Trovato con due chili di droga, imprenditore patteggia e torna in libertà

E’ di un anno e mezzo la pena concordata da Marco Stella, il 45enne leccese finito ai domiciliari il 19 gennaio scorso. Dopo l’arresto, il lido da lui gestito fu chiuso per trenta giorni

LECCE - Ha patteggiato un anno e mezzo di reclusione, col beneficio della pena sospesa, Marco Stella, l’imprenditore 45enne leccese finito ai domiciliari il 19 gennaio scorso per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti.

Dopo la sentenza emessa ieri dalla giudice Laura Liguori, l’uomo, assistito dalle avvocate Ivana Quarta e Viola Messa, è tornato in libertà.

A trovare la droga, furono gli investigatori della sezione antidroga della Squadra mobile di Lecce, dopo una perquisizione nella sua abitazione, nell’attività commerciale e in un bungalow presente in un fondo vicino allo stabilimento Star Beach, a Frigole, sulla stradale provinciale per San Cataldo, da lui gestito.

In particolare, sotto sequestro finirono: 1,3 chili di marijuana e poco più di 1 chilo di hashish, sostanza suddivisa in diversi involucri; materiale utilizzato per il confezionamento delle dosi; la somma di 1.330 euro in contanti, ritenuta provento dell’attività di spaccio; una pistola a salve calibro 8 e una scatola con cinquanta colpi.

Qualche giorno dopo l’arresto, il questore emise un provvedimento di chiusura del locale per trenta giorni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trovato con due chili di droga, imprenditore patteggia e torna in libertà

LeccePrima è in caricamento