Droga nascosta tra le cassette di frutta, 4 anni e 8 mesi a un fruttivendolo

Ha patteggiato Giovanni Mele, 32 anni, di Surbo, che era alla guida del camion fermato lo scorso ottobre dai poliziotti. Assolto invece l'amico che sedeva al suo fianco

LECCE - Furono arrestati lo scorso ottobre, quando gli agenti della squadra mobile di Lecce li fermarono a bordo di un camion che percorreva la strada denominata “ Fondone” diretto al mercato ortofrutticolo con un carico non solo di frutta e verdura, ma anche di droga. In particolare, in una busta di cellophane i poliziotti trovarono 426 grammi di eroina (pari a 827 dosi) e in un involucro bianco 25 grammi di cocaina (pari a 104 dosi). Ma da oggi per questa vicenda pagherà un solo responsabile: Giovanni Mele, 32enne di Surbo.

Il 32enne di Surbo, che si trovava alla guida del mezzo, ha patteggiato quattro anni e otto mesi di reclusione, mentre Cristian Cito, 26 anni, di Lecce, che sedeva al suo fianco, è stato assolto con formula piena “per non aver commesso il fatto”.

M.G.-2-2-2La sentenza è stata emessa oggi dal gup (giudice per l'udienza preliminare) Stefano Sernia al termine del processo che per Cito si è celebrato col rito abbreviato, durante il quale l'avvocato difensore Antonio Savoia ha cercato di dimostrare come il ragazzo non fosse a conoscenza della droga nascosta tra le cassette di frutta.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il pubblico ministero Stefania Mininni, che rappresentava la pubblica accusa, aveva invece invocato una condanna a quattro anni e otto mesi di reclusione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

  • Giovane turista fa il bagno e sul fondale ritrova bacino in ceramica del XIV secolo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento