rotate-mobile
Cronaca

Droga nascosta tra le cassette di frutta, 4 anni e 8 mesi a un fruttivendolo

Ha patteggiato Giovanni Mele, 32 anni, di Surbo, che era alla guida del camion fermato lo scorso ottobre dai poliziotti. Assolto invece l'amico che sedeva al suo fianco

LECCE - Furono arrestati lo scorso ottobre, quando gli agenti della squadra mobile di Lecce li fermarono a bordo di un camion che percorreva la strada denominata “ Fondone” diretto al mercato ortofrutticolo con un carico non solo di frutta e verdura, ma anche di droga. In particolare, in una busta di cellophane i poliziotti trovarono 426 grammi di eroina (pari a 827 dosi) e in un involucro bianco 25 grammi di cocaina (pari a 104 dosi). Ma da oggi per questa vicenda pagherà un solo responsabile: Giovanni Mele, 32enne di Surbo.

Il 32enne di Surbo, che si trovava alla guida del mezzo, ha patteggiato quattro anni e otto mesi di reclusione, mentre Cristian Cito, 26 anni, di Lecce, che sedeva al suo fianco, è stato assolto con formula piena “per non aver commesso il fatto”.

M.G.-2-2-2La sentenza è stata emessa oggi dal gup (giudice per l'udienza preliminare) Stefano Sernia al termine del processo che per Cito si è celebrato col rito abbreviato, durante il quale l'avvocato difensore Antonio Savoia ha cercato di dimostrare come il ragazzo non fosse a conoscenza della droga nascosta tra le cassette di frutta.

Il pubblico ministero Stefania Mininni, che rappresentava la pubblica accusa, aveva invece invocato una condanna a quattro anni e otto mesi di reclusione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Droga nascosta tra le cassette di frutta, 4 anni e 8 mesi a un fruttivendolo

LeccePrima è in caricamento