Giovedì, 17 Giugno 2021
Cronaca

Bloccati dalla polizia: coltello da sub in auto e marijuana nella scarpa

Un ragazzo segnalato per uso personale di stupefacenti, mentre per l'amico è scattata la denuncia a piede libero per porto abusivo di oggetti atti ad offendere. I due sono stati fermati nel corso di un controllo alla circolazione

Foto LeccePrima (tutti i diritti riservati).

 

LECCE – Marijuana nella scarpa destra, un coltellaccio da sub nella tasca portaoggetti dell’auto, e due giovani finiscono in questura. Uno di loro, proprio per quell’arma, è stato denunciato a piede libero. Il controllo, ieri pomeriggio, a carico di S.C., 20enne, che era alla guida di una Fiat Panda, e D.A., 21enne, che sedeva accanto. Gli agenti della volante di polizia, in particolare, hanno riconosciuto il passeggero, noto per numerosi precedenti penali, tra i quali il possesso e spaccio di sostanze stupefacenti. Da qui, la decisione di svolgere un’accurata perquisizione personale su entrambi. Ed è così che, dalla sua scarpa destra, è sbucato un involucro in carta, con dentro 3,7 grammi di marijuana.

La perquisizione non è però terminata lì, ma è stata estesa all’autovettura risultata di proprietà della madre di S.C.. All’interno, gli agenti hanno trovato un coltello da sub, di 22,5 centimetri, con doppia lama, di cui una seghettata, munito di punta acuminata e manico in plastica nera.

I due giovani sono stati condotti presso gli uffici della questura, dove D.A. è stato segnalato per consumo di sostanze stupefacenti, mentre per S.C. è scattata la denuncia a piede libero per porto abusivo di oggetti atti ad offendere. Il coltello è stato sequestrato.

Nel corso di altri controlli, sempre sulle strade, sono stati elevati dodici verbali di contestazione al codice della strada. Due autovetture ed una moto sono state poste sotto sequestro perché non assicurate. Sono stati controllati, inoltre, numerosi esercizi pubblici. In un caso, a Nardò, è scattata una sanzione amministrativa di 5mila e 333,32 euro poiché, all’interno, sono stati trovati quattro videogiochi privi di nullaosta e codice d’identificazione. Durante il controllo, è stato anche denunciato un giovane, M.L., di 27 anni, di Nardò, con precedenti penali, poiché avrebbe contravvenuto alle prescrizioni impostegli dalla libertà vigilata.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bloccati dalla polizia: coltello da sub in auto e marijuana nella scarpa

LeccePrima è in caricamento